Proposta shock Ue: chi ha conti sopra 100 mila euro paghi per le banche

Posted on marzo 26, 2013 di


L’avevamo detto che con Cipro si era passato il Rubicone!
 
 
Ecco che, piano piano, le dichiarazioni di ieri del Presidente Eurogruppo: “Modello Cipro esportabile in altri paesi in difficoltà” prendono forma.
 
La notizia è davvero grossa.
 
 
Contrariamente a quanto promesso, il Parlamento chiedera’ che i risparmiatori con depositi superiori alla soglia oltre la quale non vale piu’ alcuna garanzia condividano le perdite con le banche in crisi. Dopo l’annuncio di Gunnar Hokmark, europarlamentare svedese, i mercati accusano il colpo.
 
La nuova mossa del Parlamento Europeo rischia di minare ulteriormente la fiducia nelle istituzioni e nelle banche, gia’ compromessa dopo la proposta di un prelievo forzoso dai conti dalle banche ciprioti.L’assemblea parlamentare dell’Unione europea, contrariamente a quanto promesso solo fino a ieri, ha proposto di chiedere che i risparmiatori con conti superiori ai 100 mila euro condividino le spese con le banche. I 100 mila euro non sono una soglia simbolica. Come ci ha insegnato la crisi cipriota, oltre quella somma non vale piu’ alcuna garanzia o copertura, nemmeno di facciata.

Dopo le parole pronunciate dall’europarlamentare svedese Gunnar Hokmark, i mercati hanno accusato il colpo.

 
Hökmark ha, in sostanza, esortato i risparmiatori a controllare bene la salute delle loro banche, prima di prendere il rischio di depositarvi il proprio denaro.
In teoria sarebbe anche giusto!
 
Vero correntisti di Mps o di Banca Carige?
 
 monte-dei-pacchi-di-siena-il-pacco-singrossa--L-btbR1U
 
 
Continuate ad essere così convinti di tenere tutti i vostri soldi in un paese semi-fallito, con banche semi-fallite?
 

“If you put your money in Royal Bank of Scotland … or Deutsche Bank, depending on how that bank is working you are taking a risk,” he said. “You need to be aware that you are taking a risk.

“I want us to legislate in a way that makes investors aware of the risk,” said Hokmark, adding that savers should be asking whether their bank is solvent. “The bail-in instrument is creating thousands and thousands of supervisory authorities.”Un funzionario Ue, parlando in condizione di anonimato, ha rincarato la dose: “I mercati possono pure essere scioccati, ma alcuni principi devono essere stabiliti” ed ha aggiunto che sarebbe “ingiusto” per la nuova legge UE ad adottare un approccio diverso da quello utilizzato a Cipro.
Sono certo che le nostre “solidissime” banche italiane non ne risentiranno.
 
Che il prelievo sia con voi!
 
foto_rapina
 
Posted in: #HomoOeconomicus