#5 COSA STA ACCADENDO A CIPRO? Minacce di morte al Presidente e al Governatore della Banca Centrale

Posted on aprile 5, 2013 di


I cittadini ciprioti sono leggermente incazzati.

Ma come: non erano solo i cattivi-mafiosi russi ad aver pagato?

Oggi c’è stata una protesta dei dipendenti delle banche.

Temono per i risparmi accumulati nei loro piani pensionistici le centinaia di impiegati di banca che hanno manifestato giovedì davanti al Parlamento.

Il presidente Nicos Anastasiades ha affermato che tali forme di investimento non verranno toccate, nemmeno quando superano i 100.000 euro al di sopra dei quali dovrebbe scattare il prelievo forzoso previsto dal piano di salvataggio. Ma i timori restano.

Certo, chi si fiderebbe di un Presidente che ha portato i suoi soldi in salvo fuori dal paese e che aveva giurato che i c/c non sarebbero stati toccati?

Ma un’altra notizia arriva dall’isola cipriota.

Una lettera contenente gravi minacce contro il presidente di Cipro, Nicos Anastasiades, e il governatore della Banca Centrale, Panicos Dimitriades, è stata inviata al quotidiano locale Politis. La lettera, datata 20 marzo 2013, lancia minacce contro la loro vita, ma anche contro i membri della loro famiglia, nipoti compresi.

 

Intanto ad Atene, il 27 marzo hanno fatto scoppiare una bomba  davanti alla residenza dell’armatore Nikos Tsakos, nei pressi dell’Acropoli.

Ma chi è questo signore?

Dal 2008 è membro del consiglio della Banca di Cipro.

 

 

 

 

 

Messo il tag:
Posted in: #NuovaResistenza