14 notizie per capire che il paese sta affondando

Posted on maggio 14, 2013 di


E’ sempre brutto dire: “l’avevo detto”…ma che altro posso fare se non rinviarvi a qualche mio post?

Leggetevi questi se volete:

20 motivi per cui l’Italia è comunque finita

Disoccupazione giovanile:ora l’Italia è peggio del Portogallo

QUELLO CHE NESSUNO DICE IN ITALIA

Boom di poveri: oltre 4 milioni! Grazie a KillPil (alias Monti)

MA MONTI NON CI AVEVA SALVATO?L’ITALIA VERSO LA BANCAROTTA…

BUON COMPLEANNO MONTI: IMMAGINI DI UN ANNO DI GOVERNO

Non ci voleva poi molto per capire dove saremmo arrivati..

Come vedete negli ultimi tempi faccio meno analisi, limitandomi a “riportare”  (con mio commento) qualche articolo…

A che serve continuare a fare analisi?

Le cose non sono chiare già da tempo?

Il paese sta sprofondando e le cause sono tutte lì, scritte nei post che vi ho riportato.

Guardate le ultime notizie di oggi:

1) Il mercato della casa ai minimi dal 1985

Nel 2012 persi scambi per 27 miliardi

L’anno scorso sono state scambiate 448 mila abitazioni, 150mila in meno rispetto al 2011. La dimensione media supera i 100 metri quadri, tengono i capoluoghi meglio delle città più piccole, ma perdono comunque quasi un quarto delle compravendite

Per questo io ho venduto gli immobili 2 anni fa ed ho consigliato tutti i miei conoscenti che continuavano a dire: “ma l’immobialiare in Italia è comunque un investimento…”

2) Crolla la produzione industriale: -5,2%. Nessuno peggio di noi in tutta Europa

Crolla la produzione industriale in Italia: -5,2% a marzo rispetto allo stesso mese del 2012. Per Eurostat è il peggior dato tra le economie continentali. Giù anche Germania (-1,5%) e Francia (-1,6%). Nell’insieme dell’Eurozona il calo è stato dell’1,7% (-1,1% nella Ue a 27).

Il dato registrato da Eurostat è il più basso di tutto il continente. E mentre la Ue ricomincia a crescere, Italia ferma (-0,8%) anche a marzo!

3) Competitivita’ Italia, -5,2% in 6 anni

Italia è terz’ultima per competitivita’ in Ue e tra il 2007 e il 2013, la competitivita’ italiana è calata del 5,2% mentre quella tedesca e’ aumentata di oltre il 6%.

L’Italia è solo al 48esimo posto (era 49esima lo scorso anno), preceduta, tra gli altri, da Tunisia (40), Oman (41), Barbados (44) e ben lontana dalle altre economie europee come Germania (7), Regno Unito (13), Francia (16) e dal blocco dei paesi scandinavi (Svezia, Danimarca, Finlandia e Norvegia sono rispettivamente al quarto, quinto, sesto e sedicesimo posto).

4) Italia: crisi ha effetti negativi su salute bambini

Leggetelo: è lo stesso film che si trasmette in Grecia, dove i bambini vanno a scuola denutriti…

A pagare lo scotto della crisi economica che sempre di più attanaglia le famiglie italiane sono anche i bambini: peggiorano le condizioni generali legate a igiene e alimentazione e già si osserva un trend di crescita per alcune malattie infettive, mentre si riducono i servizi di assistenza per i piccoli con malattie croniche.

Ed inoltre: Benessere di bambini e adolescenti, l’Italia agli ultimi posti della classifica Unicef

5) Banca d’Italia: “Debito pubblico da record, a marzo 2.034,7 mld euro”

L’indebitamento dello Stato torna a salire dopo il calo di febbraio, mentre salgono anche le entrate tributarie. Nel primo trimestre dell’anno, sempre secondo i dati di Bankitalia, si sono attestate a quota 83,829 miliardi, in leggero rialzo (+0,79%) rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso

6) Squinzi, fuga cervelli ci costa 5 miliardi

La fuga dei cervelli costa al nostro paese “grosso modo 5 miliardi di euro” e “i nostri competitori increduli ringraziano del prezioso regalo”. Lo sostiene il presidente dei Confindustria, Giorgio Squinzi…

7) Ultimo posto per l’Italia nell’innovazione degli hotel

In tutta Europa circa il 70 % degli alberghi offre ai propri clienti la connessione a internet gratis, e tra tutte le nazioni quella che risulta maggiormente attenta alle esigenze informatiche dei propri clienti è la Turchia dove l’85 % degli hotel offre la connessione a internet gratis.

L’Italia è tra le ultime posizioni nella classifica degli hotel che danno gratis l’utilizzo della connessione wi-fi, infatti solo la metà degli hotel della penisola offre questo servizio gratuitamente, mentre l’altra metà richiede un costo medio di circa 3,50 €.

8) Ue, Italia maglia nera per evasione fiscale.

“Persi 180 miliardi di euro all’anno”

Lo rileva uno studio commissionato dal gruppo socialista-democratico del Parlamento europeo. Il nostro Paese è seguito da Germania (159 miliardi) e Francia (121)

9) Italia fanalino di coda Ue per spese di istruzione e cultura

L’Italia e’ il fanalino di coda in Europa per percentuale di spesa pubblica destinata alla cultura (1,1% a fronte del 2,2% dell’Ue a 27) e al penultimo posto, seguita solo dalla Grecia, per percentuale di spesa in istruzione (l’8,5% a fronte del 10,9% dell’Ue a 27).

10) La Bce: Italia e Spagna fanalino di coda nel finanziamento alle Pmi

11) Universita’:Eurostat,Italia fanalino di coda Ue per laureati

In Italia nel 2012 appena il 21,7% di chi comincia l’universita’ ha completato gli studi e si e’ laureato entro i 34 anni: ci e’ riuscito il 26,3% delle donne e solo il 17,2% degli uomini.

12) Crisi: Aire; nel 2012 ‘boom’ espatri da Italia , +30% emigranti

E’ boom espatri dall’Italia. E’ quanto emerge dai dati dell’Anagrafe Italiani all’estero (Aire) presso il ministero dell’Interno, secondo cui nel 2012 la crescita degli emigranti e’ stata pari al 30%, passando dai 60.635 espatri del 2011 a 78.941. I dati sono stati diffusi oggi dalla trasmissione ‘Giovani Talenti’, di Radio24. In particolare, per quanto riguarda la fascia d’eta’ 20-40 anni, l’aumento degli emigranti e’ stato pari al 28,3%. La Germania resta la prima meta di espatrio. In 22 anni hanno lasciato l’Italia oltre 2 milioni di persone…

A livello generale, la Lombardia si rivela la regione che maggiormente alimenta l’emigrazione dall’Italia: ben 13.156 lombardi hanno trasferito la propria residenza all’estero nel 2012..

13) Ricerca, Italia cenerentola tra i Paesi della Ue

14) L’Italia è il paese più corrotto del Continente dopo la Grecia

L’Italia è il paese più corrotto del Continente dopo la Grecia. Secondo Transparency International, infatti, se nel resto del mondo i reati di corruzione sono in calo, il nostro Paese “sembra non avere ancora trovato la sua dimensione”

 

Ora, vi faccio due domande:

– Monti ci ha dunque salvato?

– Puo’ salvarci il governo della favo-Letta sostenuto dagli stessi partiti che hanno governato questo paese per 20 anni e che hanno appoggiato il governo Monti?

 

 

Come sul governo Monti, vedrete che ci darete ragione.

E’ solo questione di tempo e noi sappiamo aspettare.

Come puo’ essere salvato il paese da coloro che l’hanno portato sull’orlo del baratro?

Quale sussulto d’onestà, di orgoglio e di saggezza dovrebbe impadronirsi di questi cialtroni perchè facciano qualcosa di diverso rispetto agli ultimi 20 anni?

No, dico: avete visto la composizione del governo?

Assolutamente mediocre, per usare un eufemismo.

Vi pare all’altezza delle sfide che ci aspettano?

Avete visto le nomine dei vice-ministri, dei sottosegretari e dei presidenti di Commissione?

Il peggior vecchiume, fatto di dinosauri della politica e solo di nomenklatura.

Ma come fa un paese già ridotto male a guardare al futuro se a guidarlo sono questi signori?

Non provate un misto di vergogna e di indignazione?

Mentre le famiglie si impoveriscono, i suicidi e le violenze aumentano, le imprese chiudono…noi discutiamo dei processi di Berlusconi, del segretario del Pd…

La giornata di sabato a Brescia è lo specchio di un paese allo sbando, lacerato…

Ministri che contestano la magistratura, alleati di governo (nemici fino a 10 giorni fa) in imbarazzo e semi-silenti, facinorosi che impediscono una manifestazione…

No, dico: ma che razza di paese è?

E avete visto la pantomina sull’Imu?

Appena l’Europa ha chiesto la copertura, si sono rimangiati la parola: non abolizione, ma solo spostamento della rata da pagare.

Sono passati 3 mesi dalle elezioni: nessun provvedimento è stato varato.

Eppure mesi fa qualcuno titolava: “fate presto”…

E la farsa sui debiti delle Pa e della tassa sulle sigarette elettroniche?

Ma ci rendiamo conto?

Se un paese non ha i soldi (4 mld, non 100!) per fare una operazione sull’Imu vuol dire che è semi-fallito.

E si puo’ avere fiducia in queste persone che brillano certo per coerenza ed onestà intellettuale?

La coerenza del PD prima di tutto (e l’invito di Napolitano ai media a cooperare…)

Un governo di servi,zio!Tutto quello che pensava Letta di Berlusconi…

Credete che Hanniba-Letta possa fare qualcosa, se non continuare a tassarci?

Lo ripeterò fino alla nauesa: all’Italia serve un schock talmente grande per risollevarsi (con conseguente perdita di potere per caste e consorterie varie) che non ve lo immaginate neppure…

Per questo mentre le varie corporazioni e lobbies tenderanno a vivacchiare per sopravvivere, mentre il resto della popolazione, lentamente, morirà.

Servirebbe rinegoziare la nostra appartenenza alla Ue e all’euro, invece, Letta e Alfano attendono solo la benevolenza della Germania dopo il 22 settembre, non capendo che gli Stati Uniti d’Europa non esisteranno mai.

Una parentesi…

Vedo che anche Renzi non ha ceduto alla tentazione di credere in questa colossale balla degli Stati Uniti d’Europa ed ha partecipato ad un apposito convegno.

Mi dico: già ha il problema del Pd e di non apparire troppo legato a quella “gabbia di matti scatenati”-nomenklatura-correnti…perchè s’infila in una sfida persa in partenza, antistorica e, alfine, politicamente-elettoralmente perdente?

Misteri…

Chiunque entri in contatto col Piddì, perde dunque il dono della ragione?

Anche io sogno per mio figlio come fidanzata Candice Swanepoel, però cercherò di invitarlo ad un sano realismo…

 

Chiusa la parentesi..

Ha perfettamente ragione Soros: “Italia non è più artefice del proprio destino”

E per chi pensa che Soros sia solo uno “speculatore cattivone”, allego un bel post di Bagnai.

E attenzione al quadro generale…

Ecco quello che hanno detto ieri:

Bini Smaghi: l’Italia dovrebbe presentare richiesta aiuti a Esm

“L’Italia dovrebbe fare richiesta di aiuti all’Esm e utilizzare i fondi per ricapitalizzare il sistema bancario, come ha fatto la Spagna”, ha suggerito Bini Smaghi, secondo cui il basso livello di capitalizzazione delle banche italiane è uno dei principali ostacoli all’erogazione di credito a famiglie e imprese.

– e Fitchil peggio della crisi del debito nell’Eurozona non e’ affatto alle spalle, e dai mercati e’ arrivata soltanto una tregua.

Roubini qualche giorno fa metteva in guardia: “Si tratta solo di un paio d’anni e l’azionario esploderà. Colpa di banche centrali, mercati emergenti che si faranno la guerra e anche della Cina…L’attuale divario, sempre crescente tra economia e finanza, non potrà durare ancora a lungo.

 

Per concludere…

Mi spiace dover sempre essere così “realista” sul mio paese (non pessimista come qualcuno ritiene…)

L’Italia era un paese bellissimo, straordinario.

Potrebbe anche tornare ad esserlo, ma servirebbe una “rivoluzione” culturale, politica, generazionale, economica, istituzionale.

Ma possiamo asepttarci che queste cose le facciano Napolitano, Monti, Berlusconi,Casini,Alfano,D’Alema,Bersani o Letta?

Ma per favore…

Cerchiamo di essere seri.

Posted in: #HomoOeconomicus