Una generazione perduta: l’Italia non è un paese per giovani

Posted on luglio 9, 2013 di


C’è una intera generazione perduta in Italia, paese dove regna la gerontocrazia.

I migliori giovani fuggono, gli altri s’aggrappano ai propri vecchi.

Nessuna politica si rivolge ai giovani, perchè essi non solo sono la parte minoritaria del paese, ma anche perchè sono la parte più povera.

Negli ultimi 20 anni, guardate come si è spostata la ricchezza nel nostro paese.

Non c’è solo una frattura tra poveri sempre più poveri e ricchi sempre più ricchi.

Non esiste solo una frattura Nord-Sud.

No, in Italia, forse la peggiore frattura è proprio quella generazionale.

 

 

E guardate il tasso di occupazione…

fonte: http://www.scenarieconomici.it

Il Tasso d’occupazione negli ultimi 20 anni ha avuto un’evoluzione completamente divergente a seconda delle fasce d’eta’:

– Nella fascia tra 55 e 64 anni l’occupazione e’ aumentata del 33%

– Nella fascia tra 15 e 24 anni il tasso d’occupazione s’e’ dimezzato

Certamente hanno inciso le riforme che hanno procastinato l’età del pensionamento da un  lato, ed il prolungamento degli studi dall’altro, ma non c’e’ dubbio che nel complesso l’ingresso nel mondo del lavoro è diventato piu’ impenetrabile per i giovani, mentre molte persone in età di pensione, hanno comunque optato per prolungare di qualche anno l’età del ritiro.

employment1