Italia: sperare nel meglio, prepararsi al peggio…

Posted on agosto 27, 2013 di


Il governo tira un sospiro di sollievo (gli italiani un po’ meno): potrà continuare la sua attività di governo (sic): Bella Napoli & C. hanno forse trovato una via di fuga per il Banana.

Nessuno lo aveva mai davvero dubitato.

Lo scrivevo su twitter: se il Cav. ricatta qualcuno è perchè esistono ricattabili.

Molto semplice.

Ricattabile è il Pd (vedasi il solo esempio di Mps, alla quale abbiamo “regalato” 4 mld), ricattabile è Re Giorgio (si pensi solo a come la corrente migliorista del pci si finanziava), ricattabile è Monti (fatto senatore a vita sulla base di nessun merito,aspirante a qualche futuro incarico europeo).

Così, in pochi giorni…

Prima Mauro (ex pdl) parla di grazia…poi interviene Cancellieri…oggi Monti.

Nel frattempo il “saggio” Onida cambia parere in un mese e si dice favorevole alla pronuncia della Corte Costituzionale sulla legge Severino e riappare Violante (che forse con le sue geniale proposte si candida a succedere a Napolitano)

Insomma, si è capito: ancora una volta il Pd e Napolitano salveranno le chiappe del Cav. che ne esce alla grande: nello stesso tempo si “salva” e logora il Pd.

Un successo!

Bisogna riconoscere che in quanto a strategia Berlusconi è davvero un fenomeno, lo dico senza alcuna ironia: un navigato e spericolato giocatore d’azzardo, che sa sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Vedremo se gli riuscirà anche questa volta, ma pare proprio di sì.

In caso contrario ci saranno sempre molti “responsabili” che vorranno tenere in piedi il governo di Letta Enrico, tipo Scilipoti: “In caso di crisi appoggerei Letta”

Nel frattempo, mentre la politica si perde dietro Berlusconi e Casini e Monti riallacciano col Cav., il paese affonda.

1) L’economia, al di là delle balle raccontate da Letta e Saccomanni, non si è affatto ripresa. Come scritto su twitter vedo solo una vera (ri)presa: quella per il culo di noi italiani.

Infatti, l’italia è rimasta fuori dalla mappa delle Regioni più competitive d’Europa, come rivelato dall’Indice  di competitività regionale 2013 pubblicato dalla Commissione Ue.

La nostra regione più ricca, la Lombardia, sprofonda al 128° posto perdendo competitività, penalizzata dalla disfunzione del sistema Italia.

Anche qui il nostro blog aveva visto giusto.

Si verifica quanto successo un po’ con la Catalogna in Spagna.

Maroni è avvisato.

Non è certamente colpa sua, perchè guida la regione da pochi mesi, ok.

Però… la Lega s’interroghi sui suoi anni di governo fallimentari a Roma.

La Lombardia paga anche quei governi, non solo il pessimo governo di Monti.

Di federalismo e diminuzione delle tasse nessun segnale pervenuto in questi anni.

Sicilia,Calabria e Puglia (toh, ma Vendola non l’aveva “rivitalizzata”?) sono invece saldamente agli ultimi posti: oltre il 230esimo posto su 260 aree regionali considerate.

classifica_regioni

Questa sarebbe la nostra mitica ripresa, mentre le aziende continuano a chiudere.

Ma per il governo stanno così bene che… Imu e Tares, per le imprese stangata in arrivo. Allarme di Confartigianato sulla tassa sui rifiuti: aumenti fino al 300%

Mah…

2) In Sardegna si chiude una gelateria per avere evaso 1,5 euro!!! Quando ci faranno sapere qualcosa dei m-i-l-i-a-r-d-i evasi dalle banche? E poi il Cav. non lo salvano mica da una condanna per evasione fiscale?

al riguardo si leggano questi post:

Monti è per la grazia “all’evasore” Berlusconi (il primo che mi scassa ancora col tormentone dell’evasione fiscale lo insulto!)

Finalmente un po’ di verità sul tema dell’evasione fiscale

No, vi prego, ditemi: quale credibilità puo’ avere un paese del genere?

Perchè io cittadino-suddito-contribuente devo pagare tasse tra le più alte dell’intero pianeta?

Una gelateria costretta a chiudere per 1 euro e mezzo di evasione?

Ma siamo matti?

Ci hanno fracassato le balle con la storia dell’evasione..retate..equitalia..redditometri..limite all’utilizzo del contante..controlli..limite ai prelievi in banca, etc, etc

E poi salvano un ex Premier e senatore (mica un gelataio) per reati legati all’evasione fiscale (questa è la sentenza, poi ognuno puo’ pensare ciò che vuole, ovviamente)?

Come dice giustamente Stefano Bassi sul suo blog: “UNA COSA E’ CERTA:
Il primo che mi scassa ancora col tormentone dell’evasione fiscale (usando gli slogans falsi&strumentali della Casta ed in primis dell’avariato, falso-moralista&zombie PD…) lo insulto…”

Esatto: lo sputo è duplice se proviene da un elettore di centro-sinistra.

3) Intanto soffiano venti di guerra sulla Siria, in Egitto siamo alla guerra civile, in Iraq continua la carneficina, in Iran le operazioni sul nucleare non s’arrestano e tutto il mondo arabo è in gran fermento.

Sono felice di aver vinto le mie 2 scommesse, fatte mesi fa:

a) dicevo che Obama era un grandissmo comunicatore, ma un politico assai sopravvalutato (si vedano i dati macroeconomici degli Usa, oltre alla pessima politica internazionale del nostro premio nobel per la pace…)

b) è probabile che, per rilanciare l’economia, ci si affidi a qualche guerra.

Una domanda sorge spontanea: dove cacchio sono tutti i nostri pacifisti?!

Altra considerazione a latere: Bonino (altro politico ultrasopravvalutato e che non mi è mai piaciuto) dal caso Marò a quello kazako aveva mostrato tutta la sua insipienza ed incapacità. Ora voglio proprio vedere di quali gesta sarà capace il nostro Ministro.

4) L’economista Nouriel Roubini lancia l’allarme, parla di conseguenze pesanti e di perdite sui BTP, in una settimana che vedrà protagoniste diverse emissioni di titoli di stato italiani, prevedendo uno  spread a 300 punti in pochi giorni.

Non appena Letta ha parlato di ripresa e si è congratulato con se stesso per l’abbassamento dello spread, rieccoci a 260 pti, con la borsa che dal possibile strappo del ftsemib verso i 18.000 ritorna mestamente a 16.500 punti.

Oltre a non fare nulla, sembra portare anche sfiga..

-:)

Spero voi tutti sappiate cosa significherebbe un rialzo delle spread oltre una certa soglia: le nostre mitiche e solidissime banche cadrebbero in pochi istanti, infarcite come sono di titoli dell’ItaliaFALLITA (pensate dunque seriamente a dove tenete i vostri soldini, cari amici e lettori del blog)

Intanto la Spagna mette la freccia e si prepara a superarci: btp e nonos sono ormai appaiati.

5) Il governo del fare (ridere…) ha appena sistemato 50.000 precari della PA e il mitico Ministro D’Alia esulta: “mai più contratti a termine nella Pa”.

Tutto bene, ok.

Ma i poveri sfigati del privato che tirano la carretta spesso per tutti?

Ma con una spesa pubblica (che si continua a non toccare) che è aumentata di solo il 70% in 15 anni, ce ne era proprio bisogno?

spesa-pubblica

Vuoi vedere che magari i precari sono quasi tutti in regioni-comuni dove già di dipendenti pubblici ce ne sono a iosa?

6) Mentre Zanonato dice: «No a nuove tasse per compensare il taglio dell’Imu» (SEGNATEVELA!) qualcuno mi spiega che fine hanno fatto:

– la riforma del porcellum;

– il taglio dei parlamentari;

– l’abolizione del finanziamento pubblico;

– i crediti che lo Stato deve alle Imprese??

Come scrivevo nel mio post Ritorno alla realtà dell’Italia fallita. Ma Letta e B. ce li meritiamo.

Nulla di nulla è stato fatto.

Niente.

Se poi guardate il punto 5 del Pd (conflitto di interessi,legge sulla incandidabilità,ineleggibilità!!)  o il punto 1 del Pdl (la restituzuone degli importi Imu versati nel 2012!!!) c’è da ridere (o piangere).

Qualche giornalista di buona volontà potrebbe fare il santo piacere di chiedere a questi signori ogni tanto cosa ne è stato delle loro promesse?

PD PDL

7) Intanto, gli italiani non hanno soldi per le medicine: In Italia negli ultimi sette anni la povertà sanitaria è aumentata del 97%. È cioè raddoppiato il numero di cittadini che ha difficoltà ad acquistare medicinali. A rivelarlo è un dossier presentato in occasione del Meeting Rimini 2013. Realizzato dalla Fondazione Banco Farmaceutico.

8) Ed infine una chicca: la bizzarra proposta del ministro Cecile Kyenge: stupita di quanti italiani posseggano una seconda casa, avrebbe proposto di farle affittare per agevolare nomadi e stranieri. Il ministro troverebbe un’ottima soluzione usare le “seconde case inutilizzate” (magari quelle al mare e in montagna) a prezzi popolari.

Al netto degli insulti beceri e del razzismo inutile e volgare: ma questa signora dove cacchio pensa di vivere?

Non ho parole e manco più occhi per piangere.

Lui si è preparato con elmetto e giubbotto (ma la cravatta ?) per salvare il suo governino del fare nulla e la casta alla quale apparteniene fin dai primi suoi secodi di vita..

E voi?

Vi state preparando per salvare le chiappe?

Ci attende un autunno caldissimo: tra la fine del 2013 ed i primi mesi del 2014 tutti i nodi verranno al pettine.

E se per caso AFD supera il 5% il 22 settembre in Germania, per l’euro sono cacchi amarissimi…

Tira una brutta aria, tra venti di guerra, possibili nuove crisi finanziarie e rottura della zona euro/uscita della Germania…

Come si dice:  sperare nel meglio (tanto non costa nulla), prepararsi al peggio!

Non si sa mai…

Posted in: #HomoOeconomicus