Impeachment: quando lo chiedeva Napolitano

Posted on ottobre 28, 2013 di


Eccolo, me lo aspettavo… Letta: «Inaccettabili attacchi» di Grillo contro Napolitano.

Poteva Letta, sospinto dal Re della Casta fino alla premiership senza essere stato votato da nessuno non intervenire in difesa di Napolitano?

Certo non poteva intervenire per dire che tra i politici (viventi)  Napolitano ha guadagnato ben 13,6 milioni di euro in 60 anni di politica. 

Stiamo parlando di oltre 25 miliardi delle vecchie lire, signori.

Non poteva neanche dire che all’epoca dell’ingresso dell’Italia nello Sme (futuro euro) era contrario (e ne aveva ben donde, peraltro)

Non poteva ricordare il suo passato, prima fascista, poi stalinista, quindi migliorista e, infine, eurocrate.

Non poteva neppure rispolverare quando Napolitano era grillino.

Ma soprattutto, non poteva ricordare quando era il Pds (il nonno del Pd) a chiedere l’impeachment del Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga.

Perciò, scusate, questa eterna doppia morale del Pds-Pd mi fa venire il voltastomaco, altro che doppiezza togliattiana.

Napolitano ha smesso i panni dell’arbitro da tempo.

E’ sceso in campo prima con Monti, poi con Letta.

Napolitano non ha mai amato Grillo e questo ci sta.

Prima lo irrise (vi ricordate il boom?), poi non considerò la portata storica del voto degli italiani, quindi snobbò il primo partito del paese, poi ancora lo ha attaccato dicendo che il M5s “se ne frega del paese”…

E per finire, che fa, dopo aver costantemente interpretato (e violato) la costituzione?

Convoca i soli partiti di governo per rivedere la legge elettorale, cosa mai accaduta prima in Italia.

Dunque, ecco la mia domanda: se un Presidente della Repubblica svolge un ruolo politico attivo e mai super partes, non è giusto che lo si possa attaccare come qualsiasi altro leader politico?

vacanze-napolitano-mare-120807200332_big

Napolitano nel 1991 sottoscrisse l’impeachment contro Cossiga e lo invitò a dimettersi.

Mi spiegate perchè Grillo non puo’ usare le stesse parole che usò Napolitano e non puo’ chiederne le dimissioni?

Il presidente viene accusato di aver “interferito illegalmente nelle attività del Legislativo, dell’ Esecutivo e del Giudiziario”, e di aver avviato “l’ esercizio di una propria funzione governante”: che è “inammissibile”, “autoritaria” perché non regolata, e “altamente pericolosa perché non sostenuta da alcuna responsabilità politica”. Cossiga, sostiene il PDS, ha aperto un “incostituzionale circuito tra partiti e presidente”, e assunto comportamenti da “capo di un partito” violando “un inderogabile dovere di imparzialità”. Il tutto, avverte il documento, nella “piena consapevolezza” di essere “al di fuori dell’ ordinamento costituzionale”. Con la “strumentalizzazione” dei media “per conquistarsi una parte dominante nei conflitti da lui stesso aperti”. “Si è fatto portatore di un personale disegno per la soluzione della crisi italiana che prevede lo scavalcamento delle regole fissate dalla Costituzione per modificare la forma di governo e la stessa Costituzione”.
(La Repubblica, Aprile 1991)

Repubblica – Aprile 1991

Repubblica – Dicembre 1991