Renzi spiega il suo Pd con 3 spot, ma attenzione alla pubblicità…

Posted on novembre 26, 2013 di


Renzi è un grande comunicatore.

L’ho sempre detto con convinzione.

Davvero fenomenale.

Il sindaco di Firenze non è Bersani e questo lo si era capito da tempo.

Solo gli iscritti e simpatizzanti piddini potevano preferire Pier “lo smacchaitore” da Bettola al nuovo giglio della politica italiana.

Nella sua corsa verso la guida del partito, Renzi spiega la sua idea del Pd con tre spot.

A parte le battute, finalmente un modo nuovo di rivolgersi ai militanti, iscritti, simpatizzanti.

Lo facevo anni fa nei corsi di formazione io.

Incredibile si sia dovuto attendere quasi il 2014 e Renzi.

Ma si sa..

Dopo il Pci, Pds, Ds, Pd non hanno certo mai brillato per tempismo e sono sempre arrivati tardi rispetto alla Storia (attenzione che anche questa volta…)

Il sindaco fiorentino mostra negli incontri per la corsa alle primarie i filmati di tre pubblicità: Coca-cola, Guinness e Nutella. E spiega: “Dobbiamo imparare a dare messaggi ottimisti”

Vi invito a vederli.

Sono belli, coinvolgenti, stimolanti.

Però Renzi, stia attento…

A proposito di Coca Cola (e non solo)…

Da solo l’ottimismo non basta e già qualcuno lo ha dimostrato in questi anni.

Come indica lo spot, bisogna andare oltre l’ottimismo.

Oggi gli italiani sono molto meno propensi a falsi ottimismi, a promesse e, forse, sarebbe il caso di propendere per comunicazioni un poco più realistiche.

Certo, qualche supercazzola puo’ sempre funzionare, ma non eccederei.

Non c’è più spazio per i predicatori dell’ottimismo a buon mercato.

Il sindaco dice che “C’è bisogno di un sogno, di qualcosa in cui sperare, di un futuro in cui credere”.

Tutto vero.

Il problema è che gli italiani sono stanchi di sognare e, peggio, non se lo possono più permettere.

Dopo l’ebbrezza e l’illusione, rimane la dura realtà della vita e la miseria nella quale vivono (anche grazie alle politiche lungimiranti messe in campo in questi ultimi 2 anni…)

Vedasi qui un illuminante spot al riguardo.

Lo spot della Nutella è bello e riguarda la “personalizzazione” del messaggio.

Peccato che Nutella abbia scopiazzato proprio Coca Cola.

Stia attento anche in tal caso Renzi, perchè di affabulatori ne son passati parecchi in questi anni (uno, uno su tutti, era inarrivabile e geniale)

E gli elettori tra le “copie” e “gli originali”, scelgono i secondi…

Sulla pubblicità Guinness, rispetto al gioco di squadra, a molti italiani potrebbe piacere, invece, questa…

Un gioco a due, massimo a tre.

L’Italia si ricordi che è il paese del proprio “particulare”.

Inoltre, il “gioco di squadra”, con tutti quei bei personaggini che ha imbarcato sul carro, lo trovo davvero difficile.

Poi…

Renzi dovrebbe sapere cosa continua a tirare sempre e comunque da 2000 anni a questa parte.

E dovrebbe sapere che non basta certo solo la Boschi.

Un po’ di gnocca non guasta mai, anche in tempi di crisi.

Gli consiglierei almeno un double…

ps: al primo commento sul “maschilismo” regalo una bambolina, eh?

-:)

Posted in: #NuovaResistenza