Ed ecco la coerenza della Pina (Picierno)

Posted on gennaio 16, 2014 di


Cosa volete che vi dica?

Qui vi avevo preannunciato i miei dubbi sulla validità della squadra di Renzi

Segnatevelo sul calendario: 8 dicembre, giornata dell’orgoglio piddino (se lo leggete capirete anche le sorprendenti diatribe odierne interne al Pd..come scrivevo alla mia amica Adriana Santacroce su twitter )

pd old

Subito dopo vi raccontai delle gesta di Marianna Madia e di quanto mediocre fosse questa signorina trasformista.

Un solo nome: Marianna Madia. Viva la meritocrazia

Poi vi misi in guardia da Faraone, Nicodemo e altri geni.

Dopo Madia, ecco Nicodemo (la squadra di Renzi)

Quindi feci un primo riassunto e vi promisi qualcosa anche su Picierno (ma non posso svelare tutto, purtroppo)

La squadra di Renzi: non c’è verso di cambiare!

Così, vi riporto quanto scrive Libero, che mostra uno dei tanti trasformismi piddini che avrò denunciato almeno 100 volte su questo blog (digitate “coerenza” sul ns motore di ricerca)

Mentre scrivo a #ottoemezzo l’amico dei Riva, il supercazzolaro ante litteram, l’ecologista de noi altri, Vendola ha appena manifestato tutto il suo A-M-O-R-E per Renzie.

Altro esempio di rara coerenza politica.

vendola renzi

Tipo la Serracchiani…

Altra prova di coerenza piddina.

Va beh, gustatevi il video della Pina, dai.

Matteo Renzi dal 9 dicembre scorso è il nuovo segretario del Pd, e attorno a sè ha costruito una squadra di uomini e donne che in teoria dovrebbero appoggiarlo nelle sue scelte per il futuro del Pd. Dopo l’elezione di Renzi al Nazareno di colpo tanti giovani veltroniani e bersaniani sono diventati fan del rottamatore. E così dopo le nomine si scoprono gli scheletri nell’armadio. Come quelli della Pina Picierno. Lei da circa un mese è nella segreteria di Renzi e siede accanto al rottmatore con la delega alla legalità e al sud. Ma ora su twitter appare una compilation di cinguettii firmati Picierno che di fatto sono una bordata contunua al suo segretario. Cinguettii al veleno contro Renzi quando ancora il rottamatore era impantanato nelle primarie contro Pier Luigi Bersani e quando pareva essere ben lontano dal timone del Nazareno. Eccone alcuni: “Lo slogan Adesso di Matteo Renzi? Lo ha lancitao Franceschini nel 2009, mazza che svolta!”, “M’avanzano un sacco di cappellini della campagna di Renzi, che faccio li spedisco a lui o libero il mio garage?”, e ancora “il pluripensionato Vespa andrebbe rottamato prima di tutti. Peccato che Renzi non la pensi così”. Poi una bordata contro Renzi quando Besrani stava per vincere le primarie: “Se perdiamo le primarie il partito non tocchi i rottamatori, dice Renzi. Ma per chi ci ha preso per Renziani?!”. Ma i tweet anti-Renzi sono molti di più. E su youtube è apparsa una gustosa compilation dei migliori tweet della neo-renziana che siede nella segreteria del rottamatore. Insomma Matteo deve stare attento ai suoi fedelissimi. Alla prima occasione sono pronti a tradirlo.