Quello che non si capisce sulle tasse, sul lavoro e sull’evasione…

Posted on gennaio 16, 2014 di


Conoscete da tempo la mia visione delle cose in merito.

Non credo sia possibile ulteriormente alzare le tasse nel nostro paese.

Per questo, al di là della bontà o meno di alcune proposte, quando sento la parola tasse, inizio ad avere prurito.

Che dite, chiediamo ancora un sacrificio alle nostre PMI?

pmi_tasse

Spesso (vedasi Imu) in Italia si discute se sia meglio alzare una tassa per abbassarne o tenerne ferma un’altra.

Il risultato è che, mentre gli italioti si scannano, la politica gongola e ci si ritrova con aumentate tutte le tasse oggetto di mille disquisizioni e diatribe.

L’esempio dell’iva, delle accise sulla benzina e dell’Imu dovrebbe aver insegnato come funziona il gioco.

Ma tanto l’Italiota ha la memoria corta.

Non doveva aumentare nulla, vero?

Ed è aumentato tutto.

Per la serie:”senza sosta la supposta”…

Poi, mentre dx e sx (con loro supporters italici) si scannavano, puff…

Ce le siamo trovate aumentate tutte.

Comunque…

Idem sul discorso dell’evasione.

La massa italiota si scanna, ma la realtà è che, oggi, il problema (che esiste, per carità) è assai meno grave di altri.

Volete un esempio?

Ieri, a La Gabbia, intervistano un giovane camionista licenziato.

Motivo?

Dovete sapere che in questa bellissima Ue, se un’azienda ha la doppia sede su uno dei tanti disparati paesi aderenti al mostro Europa, puo’ decidere di pagare il proprio lavoratore con contratti di lavoro di un paese come di un altro.

Ergo: ai camionisti italiani è stato proposto di lavorare con contratti bulgari e rumeni.

Il ragazzo in questione, 30enne e molto sveglio, non ha accettato.

Questa mattina sono a casa influenzato.

Mia moglie mi dice di chiamare sky per la sostituzione del decoder.

Già mi prefiguro 30 minuti buttati via.

Invece, ops…

Vengo dirottato ad un call center di Sky in Albania.

L’operatrice che mi assiste parla un ottimo italiano, è gentilissima e mi risolve tutto in 30 secondi.

Vedete, questi 2 esempi testimoniano quanto la nostra politica sia ferma agli anni ’80.

Capite come vi ho scritto che, senza considerare la realtà, i jobsact e altre cazzate simili non hanno alcuna possibilità di riformare il paese?

Io lo so a cosa serve il jobsact e voi?

Salvatevi i miei post che quando Renzi sarà al governo ne riparleremo.

L’Italia deve competere con la Romania e l’Albania, avete capito?

Infine, ecco la notizia che ho twittato ieri.

Fiat Chrysler: sede legale in Usa o Olanda, dove si pagano meno tasse che in Italia

Avete capito, caproni della sinistra?

Dunque, il bravo ed osannato Marpionne, dopo aver preso tutti allegramente per il culo, pagherà le sue tasse lontano da qui.

Prima hanno preso soldi pubblici, poi abbiamo sostenuto i costi della chiusura degli stabilimenti ed ora se ne vanno.

E’ logico in un mondo globalizzato.

E’ perfettamente logico e Marchionne è pagato per fare questo e lo ha fatto bene.

Stronzo è stronzo, ma si sapeva che sarebbe finita così ed io ve l’ho detto migliaia di volte.

Ora, vi domando…

Era meglio un po’ “di nero” al camionista o vederlo licenziato o ridotto a stipendi bulgari/rumeni?

La sinistra, radical chic, non la sopporto più: pretende di governare sulla base di un mondo ideale che non esiste.

Il risultato è questo: un povero ragazzo 30enne a casa, ma abbiamo fatto un altro passettino verso gli Stati Uniti d’Europa e ci sentiamo tutti più alti, biondi e con gli occhi azzurri, eh?

E la battaglia contro gli evasori sporchi, brutti e cattivi?

Ricordo, per inciso, che abbiamo uno Stato che non paga le imprese, ma pretende il 75% di tasse da loro.

E ricordo ciò che ho scritto tante volte: nessuno Stato e nessuna legge puo’ obbligare un cittadino od una impresa a produrre, meno che meno se poi porta via loro 3/4 del lavoro.

In un mondo globalizzato in questa maniera, è logico che una impresa vada là dove vi sono condizioni migliori per produrre.

E non mi riferisco solo al sempre citato costo del lavoro, altrimenti non andrebbero in Svizzera.

Parlo di burocrazia, tasse, infrastrutture, corruzione, credito delle banche, libertà (Libertá economica: Italia 86esima, dietro a Kirghizistan e Samoa)

Come puoi produrre in Italia nel 2014 con uno Stato che non è tuo partner, ma un tuo nemico dichiarato?

Ed infatti…

Tribunale di Milano: +24% fallimenti nel periodo 2012-13, + 76% concordati

Mi dite nel jobsact di Renzi (e nelle controproposte alfaniane) dove si trovano le misure per invertire la rotta?

Me lo dite?

Precarizzando il dirigente nel pubblico? (si noti: avete visto dal caso De Girolamo sulla base di cosa vengono scelti o premiati i dirigenti e a chi e a che cosa rispondono?)

Alzando ancora le tasse sulle rendite finanziarie?

Allora, io ve l’ho detto appena lessi il jobsact (nel mio modo colorito e politicamente scorretto, perchè mi sono rotto i cabasisi…), ma se volete leggere il più istituzionale Seminerio, eccolo:

Renzi e la tentazione delle tasse.

Renzi, hai capito?

Ti è chiaro o vuoi un grafico?

Comodo starsene in Uk col proprio off shore e non pagare una tassa in Italia, prendere 10 ml dall’amico sindaco di Firenze (per il fondo Algebris) e proporre misure per rilanciare (TASSANDO) il paese, dicendo quanto sia giusto pagare 50-60 miliardi annui per il Fiscal Compact!

A proposito, di FISCAL COMPACT…

Ed io ve lo avevo scritto anche in tal caso: Fiscal compact – Antenòra: i traditori della Patria (lo trovate aggiornato con i nomi ed i cognomi di tutti i deputati che votarono a favore del Fiscal Compact)

E il Pd parla di lavoro…

Mi fanno ridere.

Guardate le nostre sofferenze e le nostre tasse, i suicidi e la disperazione di molti dove finiscono (la fonte è autorevolissima)

1389564047733

Persino gli sprechi e le ruberie sono nulla al confronto.

Te capì, italiota?

Perciò, cari italiani, continuate a mettere la testa sotto la sabbia.

1389686141785

Affidatevi al nuovo salvatore della patria sul quale si sono allineate e riposizionate tutte le caste più marce pur di sopravvivere…

Pd: segreteria su l.elettorale e piano lavoro

Ed affidatevi alla sua mitica squadra di mancati premi Nobel (vedasi il mio post La squadra di Renzi: non c’è verso di cambiare! all’interno del quale trovate rimandi ad altri post in cui profetizzai gli errori/orrori dell’allegra banda dei ragazzotti renziani)

l43-renzi-131209193138_big

Fate ciò che volete.

Votate chi vi ha regalato il Fiscal Compact ed ora vi riempie di tasse a go-go e fa la morale quotidiana sulle vostre colpe (“abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi”) e preparando altre confische-tasse-patrimoniali che non se ne vanno solo nei mitici servizi (per altro da 3° mondo)

Ma non scassatemi ancora con la storia dell’evasione, per favore.

Se non avete ancora compreso, l’Italia è fallita tempo fa, ma rimane solvente.

Sapete perchè?

wpid-vasi-com

Il costo per mantenere in piedi questa baracca (sentendo poi Letta & C. parlare di “merito dell’azione politica del governo” per il calo dello spread e del Ftsemib che ritorna ai livelli pre-crisi grazie a Monti e successori) lo pagate voi!

Loro, invece, se la ridono.

E fanno benissimo ed hanno ragione: un popolo di cazzoni simili che si beve qualsiasi balla è impossibile da trovare sul Pianeta Terra.

Già me li vedo, al bar del papà De Girolamo:

Parlamentare PD:”hai visto, caro collega? Avevamo promesso di non alzare l’iva, di non far pagare l’imu, di evitare l’innalzamento delle accise..ma ce l’abbiamo fatta anche questa volta..Ora proponiamo il jobsact e milioni di disoccupati abboccheranno anche questa volta.”

Parlamentare ex PDL:”ma vuoi mettere? noi avevamo promesso la restituzione dell’imu! e adesso, grazie a voi, la pagheranno anche nel 2014 sotto altro nome e maggiorata per giunta..e noi siamo all’opposizione e scaricheremo su di voi!”

Parlamentare SC:”ma dai! non c’è storia…volete mettere? noi abbiamo fatto votare il Fiscal Compact senza che i cittadini sapessero che nei prossimi 20 anni dovranno tirare fuori 1.000 miliardi! Cioè, avete capito: 50-60 miliardi annui che toglieremo a servizi o innalzando tasse e nessuno ha protestato, vi rendete conto di quanto sia facile governare gli italiani?”

Tutto questo, grazie a te!