Partita finita, tutti a casa: Merkel batte Renzi 3-0 (ma il 3% non si poteva sforare?)

Posted on marzo 17, 2014 di


Un leader ospitava un ex sindaco dalle belle speranze…

Un leader eletto democraticamente oggi vedeva a casa sua un signore messo lì con le solite manovre di palazzo…

Un leader di un Paese florido ha nettamente surclassato uno sbruffone (solo a casa sua) che guida un paese semi-fallito.

Renzi, mi hai fatto per l’ennesima volta vergognare di essere italiano.

Renzi, non so se sei un somaro, ma dietro la lavagna ci hanno piazzato eccome.

Sei come quegli uomini che parlano al bar con gli amici, che si vantano delle proprie misure e delle prestazioni e poi, sul più bello, vanno puntualmente in bianco.

E’ arrivato a Berlino con un cappotto tipo Totò (glielo avrà scelto Agnese…), pieno di buoni propositi ed se ne è tornato con la coda in mezzo alle gambe.

In Italia con leccaculo tipo Vespa e Floris le spara grosse e va tutto a gonfie vele, poi, appena mette fuori il naso di casa, un disastro.

Eccolo qui, il 2 gennaio a sparare le sue proverbiali bombe:

3%

Ed eccolo, ieri:

Ed eccolo, oggi:

3%6

Il solito Renzi, dunque, nulla di nuovo.

Tutto e il contrario di tutto.

E’ impossibile stare dietro ad uno così, impossibile credergli.

Ogni giorno cambia opinione, il campione della sparata.

Ma è quanto basta perchè le caste italiane continuino ad opprimere i cittadini in questo paese.

E’ una sensazione assai strana e dolorosa vedere come stanno le cose, mentre là fuori il circo continua.

Io mi ricordo ancora bene i titoli nel 2011 e 2012.

Fenomenali le balle dopo il vertice di giugno 2012.

2012

Col classico richiamo all’italiota tutto calcio, pizza e rutto libero.

superm

super

Io mi affannai, subito a smontare questa tesi per italioti, ma, ovviamente, cosa puoi fare contro milioni di idioti e una stampa di regime che manco in Corea?

Ha ragione Grillo e chiunque dica che uno dei primi problemi in Italia è la libertà di stampa.

Appoggerei immediatamente qualsiasi partito proponesse l’abolizione di ogni finanziamento all’editoria.

Oggi leggetevi i nostri giornaletti, che esalteranno Renzi (come fecero con Monti e Letta).

Ma Renzi ha perso su tutta la linea, altro che palle.

Spegnete l’audio quando parla Renzi.

Guardate due video: uno quando parla in Italia, un altro,a caso, quando parla all’estero.

Si vedono enormi differenze nella comunicazione paraverbale-non verbale.

E del resto Merkel ha espresso nei suoi confronti gli stessi apprezzamenti fatti ai suoi predecessori.

E Merkel se ne è già fatti 5 dei nostri Premier.

Concederà qualcosa se e solo se sarà utile alla sua Germania.

Punto.

Il resto sono chiacchiere.

3

2

Ora, voi continuate a credere a ciò che volete.

La realtà è un’altra.

Renzi non solo torna a casa a mani vuote…

Non solo ha riconosciuto la sua sudditanza, presentando le sue riforme prima a Berlino e poi a Roma.

Renzi ha anche dovuto promettere il rispetto del Fiscal Compact ed ha annuito quando la Cancelliera ha detto che l’Italia lo rispetterà.

renzi-6403