Addio 80 euro? Le coperture potrebbero essere incostituzionali!!

Posted on maggio 9, 2014 di


Ve ne avevo parlato qui, ieri…

Bonus Irpef, coperture: tra farsa e incostituzionalità. Siamo all’esproprio?

Del resto, Napolitano, che ha sempre firmato tutto (anche le peggiori porcate) aveva chiamato in fretta e furia Padoan.

Per Renzi, sono dettagli.
Tutti rosiconi: gli avversari politici, i giornalisti, i bloggers i tecnici del Senato.
Chi è contro "vuol fermare il cambiamento" ripetono le sue veline-ancelle (tutte ex bersaniane e lettiane, ma ormai convertite al verbo del lider maximo)
Chi si frappone tra lui ed i suoi obiettivi è un "gufo".
Proprio ieri dalla bimba di Santoro ha definito "falsi" i rilievi dei tecnici.
Stai a vedere che i bugiardi siano loro?
Ora avrà una reale ragione per abolire il Senato.
Oh, i tecnici della Camera sono avvisati, eh?

Ah: ovviamenete Renzi è stato il primo ospite della nuova trasmissione della Santorina, dove ha raccontato le sue palle senza che nessun giovane presente abbia detto alcunchè.

Certamente quei giovani non fanno parte del 47% che voterà Grillo..

10329247_524032514386861_3610295739681310900_n.png

E vabbuò…
Preghi il cielo che qualche italiano abbia la loro mancetta (che ridarà con Tasi, accise, tasse sui c/c e sulle rendite…) e che non la debbano poi ridare indietro.
Lo verrebbero a prendere a casa coi forconi.

Gli 80 euro in busta paga previsti dal Dl Irpef di Matteo Renzi ci saranno, lo ha annunciato diverse settimane fa il premier, poiché le coperture sono state trovate. Le critiche mosse in questi giorni dal Senato, però, proprio riguardo le coperture economiche che sosterranno la manovra, stanno minando il decreto definendo incostituzionali i reperimenti di tali coperture.

Renzi e Padoan hanno, comunque, ripetuto che i soldi ci sono e che le critiche mosse dal Senato saranno valutate: il governo ha puntato molto della sua credibilità sul Dl Irpef e il non fallire in tale senso diventa una necessità soprattutto a ridosso delle Elezioni Europee.

Che cosa sostiene il Senato e perché il Dl potrebbe essere a rischio?

Il Senato sostiene che le coperture economiche che serviranno a finanziare la manovra sono incostituzionali poiché in esse è stato inserito anche l’incremento del gettito dal 12 al 26% della tassazione sulle plusvalenze generate dalla rivalutazione delle quote di Bankitalia “simili mutamenti del quadro normativo potrebbero finire per definire la tassazione postuma di una ricchezza non più attualeovvero non garantire quell’esigenza di anticipata conoscenza da parte del contribuente del carico fiscale posto sulle proprie attività economiche, con conseguente possibile violazione di precetti costituzionali (artt. 41, 53, 97 della Costituzione)”. Questo quanto sostenuto dal Senato.

A tali critiche Renzi risponde che sarà valutato quanto fatto notare dal Senato ma ribatte che i soldi ci sono e che probabilmente entro la seconda metà dell’anno potrebbero esserci sorprese positive in campo economico, pensando proprio al fatto che quasi 11milioni di italiani fruirà di quegli 80 euro in più in busta paga che in qualche modo, secondo il premier, potrebbero ricominciare a far girare l’economia del Paese. Renzi, inoltre, vede nella critica del Senato contro il Dl irpef, un fine occulto, in altre parole quello di attaccare per ripicca il premier che vuole abolire il Senato stesso.

fonte: http://www.investireoggi.it/

Posted in: #NuovaResistenza