TG: CROLLO DEGLI ASCOLTI RISPETTO AL 2013, CHISSA’ PERCHE’…

Posted on maggio 14, 2014 di


image

Non le lotte o le discussioni devono impaurire, ma la concordia ignava e l’unanimità dei consensi (Luigi Einaudi)

Le due grandi armi impiegate dai partiti per riuscire sono i giornali e le associazioni (Alexis de Tocqueville)

Cosa penso della nostra informazione lo sapete.

Lo scrivo spesso e non ho cambiato affatto idea, anzi.
Vi riposto un mio vecchi contributo alla riflessione…

La disinformazione dei media sussidiati, Grillo e N. Chomsky

La guerra tra Grillo, i media ed il sistema. In Italia abbiamo giornalisti o pennivendoli?

Penso tutto il male possibile, ma ho, invece, gran rispetto e ammirazione per quei giornalisti che fanno con professionalità il loro mestiere.
Informare correttamente i cittadini dovrebbe essere uno dei pilastri della democrazia.

Mentre non ho alcun rispetto per giornalisti come Zucconi, come ho scritto qui ieri.

Vittorio Zucconi tra gaffe, spocchia e disonestà intellettuale

Tempo fa vi avevo scritto questi post nei quali evidenziavo i numeri impietosi che riguardano le vendite dei giornali e le cause di questa crisi della carta stampata.

I giornali non li compra più nessuno (chissà perchè..). Ecco i dati

Tv e stampa hanno gli anni contati?

Stesso discorso per l’informazione in Tv.
Guardate questi dati.
Rispetto al 2013 i tg hanno perso circa il 20% di ascolti.
Facile immaginare i motivi.
Accanto ad una crisi che esiste anche in altri paesi, i media dell’Italia cominciano a pagare seriamente anni di DISINFORMAZIONE e di BUGIE.
Oggi esistono altri canali di comunicazione.
Prendete questo blog.
Arrivare a 700.000 visite in un anno circa di attività non è poca roba, visto che il sottoscritto scrive "solo" in tutti i ritagli di tempo che ha e senza prendere il becco di un euro.
Ora, al di là di come uno la veda, sfido chiunque a trovare una informazione sbagliata su IL CONTAGIO.
Ma, soprattutto, qualsiasi informazione presente è frutto di analisi senza secondi fini.
Certo, conduco a mio modo la mia battaglia politica e il Pd è il mio "osservato speciale"…
-:)
Ma non ho mai mentito.
Potrebbero dire lo stesso molti giornalisti del Corriere o di Repubblica?
Potrebbero dire la stessa cosa i giornalisti di Rai e di Mediaset?
Prendete l’intervista di ieri di Floris a Renzi.
La notizia è che, forse per la prima volta, Floris ha svolto il suo lavoro con professionalità.
Cioè, siamo talmente abituati e assuefatti ad una informazione partigiana e spazzatura che quando un giornalista fa il proprio mestiere ci stupiamo.
E si è, ovviamente, stupito (e risentito) anche Renzi, abituato a interviste in cui non si capisce chi è il giornalista e chi è l’intervistato.

Il ruolo della informazione è troppo importante per le nostre democrazie occidentali.
Il mio blog non esisterebbe se vi fosse una reale informazione in questo paese.
Non sapete quanto darei per chiudere IL CONTAGIO e tornare alle mie cose…
Invece, tocca a noi, bloggers indipendenti, cercare di dare uno straccio di minima consapevolezza ad una minima parte di questa società.

Cari giornalisti, guardate che se non cambiate verso, resterete semplicemente senza lavoro tra non molto tempo.
O riuscite a dimostrare di meritare la fiducia dei lettori o rischierete assai grosso.
Il pubblico che vi ha allegramente sfanculato, tornerà a leggere i giornali (magari on line) e a vedere i vostri telegiornali solo se saprete tornare a fare il vostro mestiere con onestà, recuperando quella autorevolezza che ora avete perso.

DAGOREPORT

VARIAZIONE NEGLI ASCOLTI DELLE RETI ALL NEWS TRA DUEMILATREDICI E DUEMILAQUATTORDICIVARIAZIONE NEGLI ASCOLTI DELLE RETI ALL NEWS TRA DUEMILATREDICI E DUEMILAQUATTORDICI

La crisi degli ascolti oltre ai talk ha contagiato pure i tg.

Dall’inizio dell’anno tutti i TG serali principali registrano una caduta dell’ascolto medio, con picchi negativi per il Tg La7 e Tg3 rispettivamente di -21,5% e -18,8%. I due TG hanno la flessione più forte anche in valori assoluti: il Tg3 perde circa 463 mila spettatori ed il Tg La7 428 mila.

Studio Aperto , rispetto allo stesso periodo del 2013, perde l’11,8% (-137 mila), Tg2 -8,9% (-197 mila) e Tg4 -7,3% (69 mila). I telegiornali delle "Ammiraglie" Rai e Mediaset, Tg1 e Tg5 perdono in % meno degli altri TG, rispettivamente: -4,4 (-261 mila ) e -6,2% (-318 mila).

ASCOLTO MEDIO DEI TG SERALI E CANALI ALL NEWS PRIMI CINQUE MESI DELL ANNOASCOLTO MEDIO DEI TG SERALI E CANALI ALL NEWS PRIMI CINQUE MESI DELL ANNO

Anche i due canali all news rilevati da Auditel; Rai News e Sky TG24 segnano nel l’ultimo anno perdite di ascolto nell’intera giornata: SkyTG24 è a -21,1% e Rai News 24 -15,7%.

VARIAZIONE NEGLI ASCOLTI DEI TG TRA DUEMILATREDICI E DUEMILAQUATTORDICIVARIAZIONE NEGLI ASCOLTI DEI TG TRA DUEMILATREDICI E DUEMILAQUATTORDICI

Posted in: #NuovaResistenza