LO SCONFORTO DI AVERE RAGIONE (e di poter fare poco..)

Posted on maggio 16, 2014 di


Scrivo nella mia pausa pranzo, reduce da riunioni tanto inutili quanto rivelatrici del collasso del Sistema Italia.Mentre torno in auto alla sede del mio lavoro, leggo qualche tweet, sento la Radio, etc, etc
Leggo di Fubini che, finalmente, si accorge delle menzogne di Renzi…
Sento di Renzi che, rivolgendosi agli imprenditori, dice che "ora non ci sono più scuse per assumere"…
Sento di mercati in fibrillazione, perchè era chiaro che la ripresa non esisteva…
Sento Napolitano incitare i suoi cittaddini/sudditi a votare per l’Europa…

Passano nella mia testa le molte discussioni fatte in questi anni con i miei amici, mia moglie, i miei parenti…
Mi ricordo dei molti post che ho scritto in questi mesi…
Ebbene, dico a me stesso:"Cazzo, Paolo, avevi ragione su molte cose"
E’ quanto ad esempio mi dice il mio amico @donndax.
Ieri mi raccontava aneddoti simpatici.
Amici incazzati ai quali voleva suggerire la lettura del mio blog che…GIA’ LEGGONO IL CONTAGIO!
Ma io, invece che essere "orgoglioso" (come lui dice che dovrei sentirmi) sono sempre più incazzato.
-:)

Se ripenso alle mie analisi sul Paese…
Se ripenso alle cose che dicevo sul mio lavoro…
Se ripenso alle previsioni politiche…
Se ripenso a cosa dicevo rispetto alla nostra economia…

Mi assale un profondo sconforto.
E’ lo sconforto di chi sa di avere spesso ragione, ma di non potere fare nulla (o quasi)
E’ lo sconforto di chi ha saputo vedere prima degli altri, ma ha saputo agire solo in parte per cambiare la propria vita e quasi per nulla questo Paese.

E spesso mi chiedo chi me lo faccia fare.
Non ce l’ho con le persone "limitate" dal punto di vista intellettuale, con chi, povero, proprio non ce la puo’ fare.
E non ce l’ho, in fondo, neppure con le caste (certo, le spazzerei via tutte, ma queste fanno i loro interessi e, dunque, perseguono un loro scopo)
Sono tremendamente incazzato con tutti coloro che potrebbero fare qualcosa e non fanno nulla, con chi ha gli strumenti per capire e non si muove di 1 cm.
Allora, mi chiedo: "che senso ha la mia attività?"
A cosa sono serviti decine e decine di post?
Davvero, provo sconforto…
Provo sconforto nell’aver avuto ragione su Monti, su Letta e su Renzi…
Provo sconforto nell’aver avuto ragione su tonfo della economia italiana e sulla mancata ripresa…
Provo sconforto nell’aver speso mesi a sostenere che il M5S non sarebbe morto (e lo vedrete il 26 maggio)

Non lo so…
Forse vorrei sbagliare.
Forse vorrei che quel bugiardo di Renzi mi smentisse.
Forse vorrei che questo Paese in cui io non mi riconosco più, mi schiaffeggiasse, provando che, invece, ha tutte le possibilità di riprendersi.
Forse vorrei che l’economia italia si sparasse una ripresona da zittirmi per mesi e mesi.

Ma so che tutto questo non succederà.
So che Renzi sarà l’ennesimo bluff della politica italiana.
So che l’economia non ripartità davvero.
So che questo paese non cambierà verso.

Non ha senso "avere ragione" se di questa ragione non te ne fai nulla.

E non mi chiamate "gufo" o "rosicone".
Se uno, nonostante lo sconforto di avere ragione su queste cose, è ancora qui a scrivere, forse, è proprio l’opposto…
Spesso sono stato tacciato di pessimismo.
Ora chiedo: il mio era pessimismo o realismo?

Peccato, signori.
L’Italia era uno splendido paese.
Con i suoi difetti, sia chiaro, ma era un bellissimo paese.
Peccato.
Avevamo delle possibilità, delle chances, delle opportunità, delle capacità.
Ma stiamo buttando tutto via.

La mia secessione personale da questo paese è avvenuta definitivamente 3-4 anni fa.

Oggi non credo ci sia più alcuna possibilità.
Serve radere tutto al suolo, per poi ricostruire.
La colpa, è anche vostra.
Non è solo delle caste, della politica.
La colpa maggiore l’avete voi, italioti, del cazzo!
E l’hanno coloro che, senza appartenere alle caste e senza essere italioti, ancora non si decidono a cambiare verso…
Vediamo se il 25 maggio avrete un sussulto di dignità e di coraggio…

images?q=tbn:ANd9GcRpZrB-2SgTCm7GxBZ6esHWwLd13crqLsFlEs6o36pq6mBC8uLKwQ

ps: Ogni tanto penso al futuro dei miei…
Solo in quel caso trovo un senso alla mia attività..

Posted in: #NuovaResistenza