Al mago del processo sapranno dare gli oggetti? #Renzi

Posted on maggio 26, 2014 di


fat-flash

E così ci sono state le Europee.

E così ha vinto il PD.

Meglio: ha vinto Renzi.

Spero non ci siano più dubbi sul valore aggiunto (in termini di voti) di Renzi rispetto al PD, con buona pace dei vari Bersani e Letta.

Renzi sa vincere.

Per le sue grandi idee dicono i fan.

Per le sue enormi balle dicono gli avversari.

Per gli 80 Euro dicono gli avversari particolarmente sprezzanti con i connazionali, che si sarebbero lasciati comprare per un tozzo di pane.

Per le sue palle così rare nel centrosinistra italiano ammetteva ieri perfino Travaglio.

Io credo che Renzi vinca soprattutto per il suo essere uno straordinario leader di processo. Il primo della Storia per la sinistra italiana.

Per cui accusarlo di dire bugie o dare la mancetta (cose probabilmente vere) contro di lui non attaccano.

Per cui Grillo, per una volta, non ha trovato il colpo debole dell’avversario (certo con Bersani e Berlusconi, quest’ultimo in declino, aveva avuto vita più facile).

Attaccare Renzi per le COSE che dice o fa è assolutamente controproducente.

Perché Renzi è un leader del COME, non del cosa.

Penso, ad esempio, alla velocità (vera o presunta, ma sicuramente percepita dall’elettorato) con cui si è mosso negli ultimi due anni (avete presente la lentezza pachidermica e verbale di Monti, Bersani, Letta???).

Penso, ad esempio, a come abbia, di fatto, relegato il “secondo livello” del Paese al ruolo di comprimario (anche qui, quanto meno a livello di percezione  che è comunque l’unica cosa che conta nelle Elezioni, no?) e di come, alla fine, durante queste Elezioni abbia fatto capire come il Sindacato, tra i tanti, oggi non rappresenti più nessuno.

Già solo queste due mosse credo abbiano avuto molta presa sul tradizionale elettorato di centrosinistra e, soprattutto, sull’elettorato di destra in uscita da Berlusconi.

Mi si dirà: ma quindi, in fondo, Renzi è un leader SENZA IDEE?

Può darsi, non sarebbe certo l’unico nell’attuale panorama politico internazionale (tra questi alcuni celebratissimi).

Travaglio ieri ha definito Renzi un galleggiante post ideologico, pronto a trasportare tutto quello che gli metti sopra, pur di rimanere a galla.

Credo che Travaglio, anche contro se stesso, abbia centrato benissimo il punto.

Grillo ha tirato i suoi sassi o macigni, ma, come ognuno di noi sa bene, puoi tirare sassi quanto vuoi, ma questo non impedisce al galleggiante di continuare a galleggiare.

Credo lo farà ancora per del tempo.

Il Centrosinistra ha quindi un’occasione storica.

Vent’anni che, si dice da quelle parti, si hanno le idee, le COSE ma non si ha il leader giusto.

Adesso il leader c’è (quello che depolarizza, che prende i voti degli altri, che non ha paura ad andare in piazza ben sapendo che il PD ormai la piazza l’ha persa, etc.), il classico venditore d’auto di cui parla l’adagio americano.

Vediamo se gli altri sapranno dargli la macchina giusta da vendere.

Prima che anche Renzi Flash finisca per diventare grasso e lento come gli altri.