Conte e la Nazionale: tra conflitto di interesse e nepotismo

Posted on agosto 21, 2014 di


30431792_il-conte-puma-0.jpg

Vi dico la mia, in breve…

1) il più grande errore l’ha fatto Conte: non ha vinto nulla in Europa (come allenatore) facendo anche pessime figure (uscire con Galatasaray di Mancini, per esempio…) e dopo 3 anni con la Juve avrebbe potuto e dovuto misurarsi con altre realtà (magari all’estero).
Dovesse fallire, si giocherebbe forse per sempre la possibilità di affermarsi come allenatore di caratura internazionale.
Allenare la Nazionale di oggi, povera di talenti e con una "Federazione della banane" (Tavecchio é sotto inchiesta Uefa per le sue infelici sparate e Malagó parla oggi di dimissioni..) non lo aiuterà, peraltro…

2) E’ vero che il panorama degli allenatori disponibili per la Nazionale era assai povero, ma ritengo che alla Nazionale ci si arrivi alla fine di un percorso e di prestazioni-vittorie, soprattutto avendo accumulato esperienza internazionale, non dopo 3 anni da allenatore in serie a (per quanto vittoriosi)

3) Lo stipendio è spropositato. Non stiamo parlando di una squadra di club (i privati fanno ciò che vogliono), ma della Nazionale. Il paese se la passa malissimo (e si parla di tagliare pensioni, salari, etc) e dare 4,1 milioni di euro al Ct è pazzesco.
Conte sarà il terzo tecnico più pagato al mondo: mi pare una assurdità vista la condizione economica del paese e le ultime performace calcistiche italiche…
Il 50% di questo faraonico stipendio andava almeno legato ai risultati, come si fa per qualunque manager nel privato.

4) Il fatto che oltre la metà del suo stipendio sia pagato da uno sponsor aggrava la situazione.
Siamo nella patria dei conflitti di interessi (Silvio docet) ma non trovo giusto l’ingresso dei privati in questa maniera.
Come Berlusconi, Conte dice:"sarò autonomo..vedrete.."
Sarà, ma, comunque sia, non mi piace la modalità trovata dalla Federazione e da Conte.
Vedremo Conte cosa farà ad esempio con Buffon, Chiellini, Balotelli, Verratti, Diamanti (sotto contratto Puma) e con gli altri.
E se domani convocasse Astori?
Il fatto poi che, per salvare la forma ("lo sponsor non paga direttamente Conte" è stato detto) la Puma versi il denaro alla Federazione (che poi lo gira a Conte) è la solita cosa all’italiana: escamotage ridicolo, degno del peggior bizantinismo italiota.

5) Infine, il nepotismo…
Sì, perchè non tutti sanno che Conte ha preteso che il fratello (Gianluca) fosse arruolato nello staff azzurro, in qualità di osservatore.

E qui chiudo, perchè preferisco tacere.

Ora parlerà il campo.
Ed io non prevedo nulla di buono.

Posted in: #NuovaResistenza