Istat:il bonus degli 80 euro non è servito a nulla (chi lo avrebbe mai detto!)

Posted on agosto 28, 2014 di


itagly.jpg

Capite perchè ultimamente faccio molta "rassegna stampa" o perchè mi lascio andare a battute?

Perchè non serve essere seri in questo paese.
Perchè questi dati io ve li avevo preannunciati mesi fa.
Perchè è da circa 2 anni che si ripetono sempre le stesse cose.
Perchè un italiota è italiota per sempre…

Per settimane, ai tempi in cui fu varato il "mitico bonus degli 80 euri" ho cercato in ogni modo di dimostrare l’inutilità di questa operazione (fatta tassando, peraltro)

Ma io sono non posso contrastare Rai-Mediaset e giornali…
Ma non convinsi neppure molti utenti di twitter che ripetevano:"aspetta, vediamo, non essere precipitoso..Renzi è l’ultima spiaggia, Grillo no…" e bla, bla bla

Ora li avete certificati gli effetti di questa misura che, in realtà, era solo politica.

Sono davvero rattristato nel vedere che milioni di persone abbiano votato Renzi e, ancora oggi, lo sostengano.

Io con questa Italia di idioti non voglio più avere nulla da spartire.

Ho trovato una chicca in rete, datata 1974 (non ero ancora nato)

Sono passati 40 anni…
Ecco, vedete, agli italiani non garbano serietà ed onestà, ma buffoni e cialtroni.

Ed io non ho voglia di farmi prendere per il c… per altri 40 anni.

Puoi cambiare la classe politica e 300 persone, non puoi cambiare un popolo di somari.

Eccoli gli effetti degli 80 euro, eccoli.

Dai, ora ditemi che bisogna aspettare ancora prima di giudicare…

Del resto, il vice ministro dell’economia Morando chiede 3 anni per vedere gli effetti della mancetta elettorale degli 80 euro:"efficaci solo se confermati altri 3 anni"
Date loro tutto il tempo che chiedono…

collagez.jpg

Se continua così, del Paese, tra 3 anni, non resterà più nulla.
Solo macerie e povertà.
E’ quello che merita la vostra infinita stupidità.

italiota%2Bpre.jpg

Ritratto di una crisi senza fine in Italia. L’Istat ha pubblicato i dati sulle vendite al dettaglio nel mese di giugno, rimaste invariate rispetto al mese precedente, ma risultate in calo del 2,6% su base annua. Si tratta del secondo mese in cui milioni di italiani hanno goduto del bonus Irpef degli 80 euro in busta paga, voluto dal governo Renzi. Nel dettaglio, i consumi di beni alimentari sono diminuiti su base annua del 2,4%, mentre quelle dei prodotti non alimentari del 2,8%. Le attese erano per una variazione mensile del -0,5% e annua del -0,6%.

Nel trimestre aprile-giugno, le vendite sono diminuite dello 0,2% sui tre mesi precedenti, ma i beni alimentari sono risultati in crescita dello 0,1% e quelli non alimentari in calo dello 0,4%. Nel primo semestre, invece, l’indice è sceso dell’1% su base annua, con i consumi alimentari in calo dello 0,7% e quelli non alimentari dell’1,1%.

Il dato di giugno è doppiamente negativo, perché trattasi del secondo mese, in cui milioni di italiani hanno percepito il bonus Irpef degli 80 euro in busta paga, voluto dal governo Renzi. A quanto pare, si confermano le critiche di Confcommercio, che aveva avvertito che l’effetto del bonus sui consumi sarebbe quasi impercettibile.

fonte: http://www.investireoggi.it/

Posted in: #NuovaResistenza