1000 giorni, ma non è più tempo di gelati

Posted on settembre 1, 2014 di


matteo renzi gelato mattarello

Ogni giorno in Italia si perdono 1000 posti di lavoro

La disoccupazione è alle stelle e ha toccato nuovi record…

Questo alla faccia dei 100.000 precari da assumere… o dei 108.000 che in soli 2 mesi hanno trovato lavoro…

Giorni fa Renzi è stato letteralmente ridicolizzato dall’Economist...

Ma il Premier è abile, svelto e ha trovato il modo di scherzare e di girare, semmai, a proprio favore la copertina dell’Economist con un’altra buffonata

Ricordate le copertine dedicate a Silvio e la maestria nell’arringare gli italioti ed il senso patriottico-nazionalitaliota?

Ecco, Renzi fa lo stesso.

Invece di rispondere con cose concrete, rimaniamo agli spot, alle battute, alle pagliacciate.

Perchè di questo si tratta: di buffonate e di spacconate, di battute e marketing.

Oggi sentivo Ennio Doris intervistato da Minoli che, in sostanza, vedeva Renzi come "figlio politico di Berlusconi".

In effetti, è la mia tesi da sempre, con 2 cose a rendere Renzi notevolmente peggio di Silvio:

1) Berlusconi capiva maggiormente di economia e governava un paese che, bene o male, galleggiava;

2) Berlusconi aveva una discreta opposizione nel paese (giornali, magistratura, politici…)

Renzi, invece, non solo non ha avversari di nessun tipo, ma guida un paese al tracollo, in crisi profonda.

Ma egli, invece di affrontare con capacità e SERIETA’ la difficile situazione, ride, scherza, gioca…

Come un bambino col gelato in mano, mentre la barca affonda.

In questo, Renzi è molto più colpevole di Berlusconi.

Timidamente, nell’establishment, qualcosa sta cambiando…

Prima de Bortoli e Scalfari…

Poi i fondi tipo BlackRock…

Quindi Della Valle…

Ieri Marchionne e Squinzi

E oggi persino Ferrara

Ma oggi il Premier rilancia, forte del presunto successo per la nomina di Mogherini a miss Pesc (leggasi l’analisi di Dagospia…), un posto che, in realtà, non serve a nulla

renzi mogherini gelato

E assistiamo all’ennesimo show che cerca di oscurare il fallimento del tanto sospirato SbloccaItalia (che si aggiungerà ai vari Crescitalia & C. del passato…)

E vai con lo spettacolo!

L’uomo di "una riforma al mese" che annuncia il PIANO DEI MILLE GIORNI!!

E tutto sarà on line, con tanto di countdown…

E la giornata dei mille giorni si chiude con l’immancabile tweet: "L’Italia la cambiamo, piaccia o non piaccia ai soliti noti esperti di palude. #millegiorni e l’Italia tornerà leader, non follower"

Rimpiango le barzellette di Berlusconi, davvero.

Forse Renzi e il governo hanno ancora a disposizione 1000 giorni, il paese, le imprese e le famiglie NO.

L’estate sta finendo, è ora di tornare a essere seri.

L’autunno si avvicina e non è più tempo di gelati.

Posted in: #NuovaResistenza