#italiariparte, eh? Istat:”effetto manovra nullo”

Posted on novembre 3, 2014 di


#italiariparte, eh?

Probabilmente verso l’abisso…

images?q=tbn:ANd9GcTeqr7VkT3AtDzzv3dxV992qPDTEakleAOVoHIEW5p5ISNlwjhRLw

ROMA, 3 novembre (Reuters) – Istat prevede che nel 2014 il Pil cali dello 0,3% in termini reali, in linea con quanto stimato dal governo, con un tasso di disoccupazione al 12,5%.

Nel 2015 il Pil tornerebbe a crescere, con un aumento dello 0,5% contro lo 0,6% stimato dal governo, mentre la disoccupazione scenderebbe al 12,4%, dice l’istituto di statistica nel report "Le prospettive per l’economia italiana nel 2014-2016".

Lo scorso maggio Istat aveva ipotizzato per l’anno in corso un Pil a +0,6% e una disoccupazione al 12,7%.

"Lo scenario di previsione è soggetto a margini di incertezza legati all’evoluzione della domanda internazionale, agli effetti delle politiche monetarie sul tasso di cambio e all’evoluzione delle aspettative degli operatori influenzate dalla credibilità delle politiche economiche. Le previsioni incorporano gli effetti macroeconomici associati alla manovra di finanza pubblica", spiega Istat.

Secondo l’istituto di statistica la manovra varata dal governo Renzi avrà un effetto nullo sul biennio 2015-2016 dal punto di vista della crescita, per il bilanciamento tra l’effetto positivo degli 80 euro in busta paga per i redditi bassi e l’effetto negativo della clausola di salvaguardia che potrebbe fare scattare nel 2016 l’aumento dell’Iva.

Per il 2016, secondo Istat, il Prodotto interno lordo crescerà dell’1%, in linea con le più recenti stime del governo Renzi. A maggio l’istituto pronosticava per il 2016 una crescita dell’1,4%.

La disoccupazione, secondo Istat, registrerà un lieve calo nel 2015, a +12,4%, attestandosi al 12,1% nel 2016.

fonte: http://it.reuters.com/

Posted in: #NuovaResistenza