La crisi pagata sempre dai giovani #GoOutItaly

Posted on febbraio 9, 2015 di


Sapete che il tema "generazionale" è da sempre stato trattato nel nostro blog e sotto diversi punti di vista.

Vi ricordo solo alcuni degli ultimi post…

Cari giovani,leggete qui..Siete fottuti!(e scordatevi la pensione in questo paese di vecchi)

L’immagine del giorno:i giovani nel c…uore dei nostri politici

Loro non ci credono più…(La fuga dei giovani medici all’estero)

Disoccupazione record: al 13,4% Boom di giovani senza lavoro: 43,9%

E nel week end leggo ancora queste 2-3 notizie..

Crisi: sempre più giovani restano a casa con mamma e papà: in Italia sono 2 su 3

E’ vero, la tendenza c’è in tutti i paesi,a causa della crisi, ma…

… la percentuale degli adulti tra i 18 ai 34 anni, secondo Eurostat, nel 2013 ha toccato il 65,8%, il doppio di Francia e Regno Unito. Restano sotto il tetto d’origine anche quelli che hanno un lavoro. I maschi più ‘mammoni’

E ancora….

4 giovani su 10 chiedono aiuto ai genitori

Sapete questo in termini psicologici ma anche economici cosa significa?

E’ del tutto da ribaltare la convinzione che viene riproposta: "meno male che c’è la famiglia"…

Un cazzo, signori.

Se questi giovani non hanno un futuro è per "colpa delle loro famiglie e dei loro vecchi", che si sono spazzolati tutto, che hanno scaricato costi e debiti sulle future generazioni, che hanno ancora pensioni mediamente alte rispetto ai salari dei loro figli, etc, etc

C’è una intera generazione "bruciata", alla quale è stata preclusa la possibilità di crearsi una vita professionale-esistenziale soddisfacente.

Unite queste notizie con quest’altra…

Crisi, le famiglie si accontentano di 1.500 euro al mese.

Avete capito dove siamo diretti?

Avete capito che siamo falliti?

Varoufakis dice cose che io scrivo da tempo e che tutti conoscono molto bene…

E’ la seconda volta in pochi giorni…

L’Italia è fallita da tempo ed hanno deliberatamente scelto un lento default, controllato…

Rimaniamo solventi, perchè ci sono da "rapinare" altri 6.000 mld di risparmi italiani, ma il rischio "bancarotta" c’è tutto, signori…

E gli articoli che vi ho sopra riportati dimostrano quanto dico da mesi e mesi…

Giovani che s’aggrappano alla pensione dei vecchi, che non escono di casa, sottopagati…

Ma che razza di futuro puo’ avere questo paese?

Guardate il futuro che vi attende in questa #ItaliaFALLITA…

La fonte è il Corriere

Una pensione da 502 euro al mese non è certo invidiabile. Eppure per molti lavoratori, l’attuale minimo sindacale della previdenza rischia di essere solo un miraggio. Anche se il vitalizio sarà molto basso in futuro non si aprirà più alcun paracadute, la famosa integrazione al minimo da parte dello Stato è già andata (è il caso di dirlo) in pensione. Così, ad esempio, un dipendente trentenne che oggi ha un reddito netto mensile di mille euro e che accumulerà forti buchi contributivi, prenderà appena 408 euro netti il mese, cioè quasi cento in meno della soglia minima attualmente in vigore. Un autonomo nella stessa situazione arriverà ad appena 341 euro netti il mese.

Siete "morti che camminano" verso un futuro di tristezza, ristrettezze e povertà.

Lo so, è brutto sentire queste cose…

A tutti piacerebbe immaginare che si possa #cambiaverso…

O che, davvero, sia #lavoltabuona per svoltare…

E che #italiariparte…

Ma per queste idiozie, vi lascio ai cazzari che votate da 20 anni.

La colpa è anche, e soprattutto, vostra, in fondo…

Ad ognuno il futuro che si merita…

L’avete voluto voi…

Visualizzazione di IMG_20150131_132713.jpg

Posted in: #NuovaResistenza