Le scuole crollano (#labuonascuola ?). I soldi alle banche fallite (sofferenze ai massimi!)

Posted on febbraio 19, 2015 di


Dai che ora fanno la bad bank e TU, italiota, pagherai (come giusto che sia).

Come vi dicevo, il problema non è la Grecia, ma siamo noi.

Comunque, continuate a dar credito al cialtrone, "gasatissimo" per Marchionne che dipinge l’Italia come "la terra promessa"…

Va bene, bisogna cercare di essere ottimisti nella vita.

Ma questa si chiama cialtroneria.

E la smetta di drogarsi, please..

-:)

Figuratevi, secondo il Cazzaro, riprenderemo i tedeschi.

Pensi a FARE di più, caro Premier, e a PARLARE di meno.

A Firenze, nella sua Firenze, c’è una scuola dove è vietato sbattere la porta, perchè fatta con l’amianto.

Ieri a Pescara ne è crollata un’altra ferendo 2 persone.

De #labuonascuola è rimasto solo uno stupidissimo sito, questo https://labuonascuola.gov.it/

Come padre di famiglia di 2 bambini, vedo ogni giorno le nostre scuole.

Si dovrebbe vergognare, caro Renzi.

Usa le scuole ed i nostri figli per farsi propaganda, ma dei milioni promessi non c’è traccia.

Forse servono a salvare Mps e le banche.

Del resto, siete anche un branco di ignoranti...

image

MATTEO-RENZI_12_resize

E’ appena uscito il consueto ABI montly outlook, ovvero il bollettino statistico a cura dell’Associazione Bancaria Italiana. Come di consueto abbiamo controllato il livello delle sofferenze bancarie consapevoli che “quello” è il problema, forse il principale problema per tutto il sistema Italia.

Al solito i dati si riferiscono a un mese e mezzo fa, ovvero Dicembre 2014.

Come prevedibile e inevitabile la traiettoria delle sofferenze bancarie italiane è perfettamente in linea con quella Spagnola o Greca solo traslata di qualche trimestre, in particolare fa sensazione scoprire che le sofferenze NETTE rapportate al capitale+riserve (ovvero quelle sulle quali le banche non hanno ancora messo coperture a bilancio) stanno continuando a salire e dunque ad erodere il “margine” di sicurezza costituito dal capitale delle banche.

Ecco i grafici auto esplicativi:

Cominciamo con le Sofferenze Bancarie Nette e Lorde in % sugli Impieghi:

Schermata 2015-02-19 alle 10.08.58

  • Sofferenze Nette : crediti problematici o inesigibili su cui NON sono ancora state messe coperture a bilancio
  • Sofferenze Lorde: Totale dei crediti problematici o inesigibili

E con la loro variazione anno su anno….

Schermata 2015-02-19 alle 10.09.12

Infine il dato più preoccupante, l’incidenza delle sofferenze NETTE sul Capitale e sulle Riserve delle banche….. come ogni bimestre Gennaio-Febbraio grazie ad aumenti di capitale ed aggiustamenti nel patrimonio (utili messi a riserva), il rapporto fra Sofferenze Nette e Capitale+Riserve migliora. MA si noti come il tasso di miglioramento del 2014 sia stato piccolo.

Anche se va rilevato che la girandola di aumenti di capitali effettuati dalle banche italiane tra Giugno e settembre hanno migliorato la situazione, ma solo temporaneamente… a Dicembre 2014 il rapporto fra capitale delle banche e soffernze nette è tornato a massimi storici ovvero il 20.85% del capitale + riserve delle banche deve coprire crediti in sofferenza NETTI, l’effetto aumenti di capitale è già svanito (in attesa dei prossimi). Ora bisogna vedere come incideranno le politiche della BCE nell’acquisto di ABS. Il QE della BCE non avrà grossi effetti su questi dati, invece l’idea di creare una bad bank appare molto più centrata sul problema.

Schermata 2015-02-19 alle 10.09.26

Commento: Dicembre 2014 (i dati sono riferiti a 2 mesi fa) conferma la situazione ORRIBILE del sistema bancario italiano, attraverso pesantissime ricapitalizzazioni probabilmente il sistema ha dato un calcio al barattolo, ma comunque le sofferenze bancarie continuano a salire. Per quanto il ritmo di crescita di sofferenze nette e lorde sia calato esso rimane comunque insostenibile specie alla luce dell’incidenza di crediti (quasi) inesigibili sul patrimonio e le riserve del sistema. Ora non resta che sperare nella BCE.

Ove non ci fossero altri aumenti capitale (ho detto forse Monte dei Paschi? o Carige? o…..) o interventi della BCE (oppure di contribuenti italiani ehm ehm) non sarei sorpreso di vedere un bel numero di banche italiane commissariate (me ne viene in mente una di Genova…)

L’ITALIA è il malato d’Europa.

fonte: http://www.rischiocalcolato.it/

Posted in: #NuovaResistenza