Attenzione ai vostri soldi

Posted on marzo 18, 2015 di


Vi allego qualche mio post…

Per dire che…"ve lo avevo detto"…

-:)

16 marzo 2013 #1 COSA STA ACCADENDO A CIPRO? In arrivo un prelievo forzoso del 10% sui depositi. Presto in Italia?

20 marzo 2013 Dopo Cipro la Slovenia? e dopo?!

26 marzo 2013 Proposta shock Ue: chi ha conti sopra 100 mila euro paghi per le banche

2 aprile 2013 DOVE HANNO I C/C I NOSTRI POLITICI?Guardate Cipro e la Francia…

3 aprile 2013 : Ecco il Memorandum-Soluzione Finale della Trojka per Cipro!

13 novembre 2014 Ci siamo…G20 annuncerà fine dei depositi sicuri (seguirà corsa agli sportelli)

5 marzo 2015 Signori e Signore, ecco il bail-in

17 marzo 2015 Dijsselbloem Grecia, “chiudere banche e controlli capitali come a Cipro”

E mi fermo qui…ma credo di aver scritto altri post sulla materia.

Forse non lo avete ancora capito…

Date un okkio qui… (Gazzetta ufficiale dell’unione europea, mica il blog pizzaefichi…)

E’ di un anno fa, ma, chiaramente i giornali non ne hanno parlato.

La novità principale della direttiva è l’introduzione del principio secondo cui, al fine di limitare l’impatto sui bilanci pubblici degli interventi per il salvataggio delle banche in difficoltà (bail-out), la copertura delle perdite è affidata in primo luogo agli azionisti, agli obbligazionisti e ai creditori delle stesse (bail-in).

In teoria sarebbero esclusi depositi sotto i 100.000 euro.

In teoria…

Ma, sapete come è…

Quando arriva una ondata di merda (e arriverà), si fa presto a riscrivere le regole.

In principio fu Cipro…

Ora arriva la Carinzia…

Si parla anche della Grecia…

Oggi pare la Spagna…

e poi….

ps: offrirò 10 aperitivi ai primi 10 italioti correntisti che dovessero mostrarmi di aver perso i propri soldi quando queste cose arriveranno da noi.Li aspetto a Milano.
Quando succederà, possono scrivermi via twitter.
Ovviamente, pagherò tutto cash.

L’ignoranza non è più scusata, ragazzi.
Il mondo è cambiato…
E forse, in tutto questo, c’è anche un po’ di sana meritocrazia e selezione.

Continuate a tenere tutti i vostri soldi nelle banchette italiane strafallite…

Leggete bene i correntisti spagnoli cosa dicono…

Cosa dite: in un paese fallito e mafioso come il nostro potrà mai capitare?

Già me la rido…

-:)

la_banca_%C3%A8_il_vero_ladro.jpg

Bene il fantasma di Cipro si avvicina, dopo l’Austria , la Spagna e Andorra (per la stessa vicenda spagnola). Tre banche, vicende diverse ma qualcosa in comune, i correntisti con conti sopra i 100,000 non hanno la certezza di rivedere i loro depositi, e per intanto NESSUN correntista, nel caso Spagnolo e di Andorra può muovere un centesimo dai conti.

Si chiama Bail-in, è un meccanismo sacrosanto e vi ci dovrete abituare. Si, dovrete proprio selezionare con cura la vostra banca (se vi interessa come, la guida è qui).

Nel caso della Spagna ( e Andorra dove si trova la capo gruppo) si tratta di fattacci di riciclaggio e altre porcherie. Andiamo alle notizie (sintesi)

dal Fatto Quotidiano:

La mala cinese, la mafia russa, i cartelli messicani e diversi dirigenti dellacompagnia petrolifera statale del Venezuela. Tutti insieme, hanno provocato un terremoto nel piccolo Principato di Andorra. Uno scandalo che ora scuote l’Europa. Perché da una parte c’è la Banca Privada d’Andorra (Bpa), commissariata dal governo del Principato dopo le accuse provenienti dal Dipartimento statunitense del Tesoro per riciclaggio di denaro sporco. Ma dall’altra c’è la filiale spagnola Banco Madrid, una banca privata specializzata nella gestione di patrimoni di correntisti facoltosi e famosi come Jordi Pujol, ex presidente della Catalogna e fondatore del partito separatista Convergència i Unió (CiU). Banco Madrid ha già chiesto ilfallimento e comunicato la sospensione delle attività….

…. I depositi, fa sapere la Banca di Spagna, sono garantiti dal Fondo di garanzia dei depositi di enti di credito fino a un massimo di 100mila euro per cliente. Oltre quella cifra non c’è alcuna certezza di rivedere i propri soldi. E il Banco Madrid, che possiede asset per 40 miliardi di euro, rischia di trasferire all’Eurozona una parte dei problemi finanziari di Andorra…..

da EuroNews

Banca Privada D’Andorra è sotto assedio. Dopo le accuse di riciclaggio di denaro statunitensi, il commissariamento e l’arresto dell’amministratore delegato, decine di abitanti del Principato sono corsi agli sportelli. Per evitare il crac le autorità hanno posto un tetto a prelievi e bloccato i trasferimenti. E già si parla di liquidazione.

I soldi che avevo nel conto mi servivano per arrivare a fine mese… Ovviamente ho paura!”, dice una donna in coda. “E ci tengono all’oscuro di tutto”, sottolinea. “Non sappiamo cosa sta succedendo”, aggiunge un altro cliente. “Ma siamo andati al supermercato e le carte di credito non funzionavano“, conclude.

Lunedì la filiale spagnola Banco Madrid ha depositato i libri in tribunale dopo che molti dei suoi 15 mila clienti hanno chiuso il conto. La banca centrale garantirà solo i depositi fino a 100 mila euro.

Io avevo 740 mila euro! – ammette candidamente un cliente di Banco Madrid – Cioè, tutti i miei risparmi! E non posso ritirare neanche un soldo!” “Non me l’aspettavo”, dice un altro. “Io non ci tenevo il denaro per riciclarlo. Sono cliente da oltre dieci anni”, termina……

Leggete bene, leggete molto bene……perchè prima o dopo, avverrà in Italia. A parte i consueti casi di mala gestione, non penserete mica che nella nazione che ha inventato la parola MAFIA non ci siano banche che funzionano come lavatrici? Vero?

Quindi occhio, occhio alla cronaca locale, occhio a quelle banche che hanno nei consigli di amministrazione e fra i funzionari alti in grado persone sospette o figli di amici degli amici.

(e seguite la guida di Rischio Calcolato…. amici miei)

p.s. e …. poi vediamo se alla fine il mitologico fondo di garanzia, garantirà davvero.

fonte: http://www.rischiocalcolato.it/

Posted in: #NuovaResistenza