L’Italia é fallita. Bastano 2 grafici per capirlo

Posted on aprile 3, 2015 di


NON A CASO USO SPESSO L’HASTAG #ItaliaFALLITA

E infatti il Wall Steet Journal lo ha capito…

image

Di Paolo Cardená

Bastano due semplici numeri per capire che, per l’Italia, è assai difficile immaginare un lieto fine. Il grafico che segue rappresenta la variazione del prodotto interno lordo e del debito pubblico dal 2007 (anno precedente all’inizio della crisi) al 2014.

Il Pil nominale, nel 2007, era di 1610 miliardi di euro. Dal 2007 al 2014 è cresciuto di appena 6 miliardi di euro, portandosi a 1616 (considerando anche le attività criminali). Per contro, il debito pubblico, dal 2007 al 2014 è aumentato di 529 miliardi di euro, passando da 1606 miliardi a 2135 miliardi di fine 2014. Detto in altri termini, il debito pubblico, dal 2007, è aumentato di circa un terzo dello stock di allora.

image

Non è un caso che, usando i dati del Fondo Monetario Internazionale, in termini di sostenibilità, il debito pubblico italiano sia vicino a quello della plurifallita Grecia (Qui potete leggere l’articolo di Fabio Scacciavillani). Anche BlackRock, il più grande gestore di patrimoni al mondo, nel BlackRock  Sovereign Risk Index, colloca l’Italia tra i paesi più rischiosi al mondo. Certo, non sembra…visti i rendimenti dei titoli di stato. Ma la Bce non è eterna….

image

image

Fonte: http://www.vincitorievinti.it

* Articolo tratto da http://www.vincitorievinti.com

The post

Posted in: #NuovaResistenza