La capitolazione di Tsipras

Posted on giugno 23, 2015 di


Attendo di capire i termini dell’accordo, ma alcune brevi considerazioni mi sento di farle.

1) la Borsa di Atene si spara in 2 giorni un +14%
Secondo voi i mercati cosa festeggiano?

2) Parrebbe che Tsipras abbia accettato:
– di toccare le pensioni e i salari
– di innalzare l’iva
– di raggiungere l’1% di avanzo primario
– di mettere altre tasse

3) In questo modo, Tsipras avrebbe tradito i propri elettori, consegnando il paese ad altre misure di austerità e spostando il vero problema solo di qualche mese (uso il condizionale solo perchè Tsipras potrebbe aver voluto "guadagnare tempo" per cercare una "mediazione" sul debito)

4) Come ho sempre detto, i paesi del Nord ( e non solo…si vedano le dichiarazioni di Rajoi e del nostro Quisling Matteo Renzi…) non possono e non vorranno concedere molto alla Grecia perchè è chiaro che, il giorno dopo, gli altri Piigs si metterebbero in coda ("perchè a loro sì e a noi, no?")

5) La vittoria di Tsipras avrebbe significato spalancare le porte alle vittorie di Podemos in Spagna e di Grillo/Salvini in Italia.

6) L’euro si regge sul fatto di essere costruito su politiche di "austerità"

7) Il problema greco è politico e geopolitico. La Grecia conta il 2% del pil europeo (quanto la provincia di Vicenza) ma, come dicevo al punto 5), il vero problema sono Spagna e Italia. Punire la Grecia, serve ad educare gli italioti e gli spagnoli.

8) In Syriza ci sono dai 10 ai 40 deputati pronti a non votare la fiducia a Tsipras (che ha una maggioranza di soli 11 seggi. Dovranno tirare fuori un modo "onorevole" perchè Alexis possa tornare in patria da vincitore.
E l’ipotesi più probabile è puntare sulla ideologia "colpiremo i ricchi"....per nascondere il fallimento ed il tradimento dei propri elettori (stessa tattica usata in Italia dalla sinistra per anni…e che continua ancora oggi…)
Altrimenti le ipotesi sono:
a) saltano i negoziati
b) salta Tsipras

9) Nel 2011, quando l’iva fu alzata al 23%, si persero subito 40.000 posti e 4.500 aziende chiusero

10) Al di là di tanti proclami e del cambio di nome alla Trojka, il "programma di aiuti" continuerà

Questo ci mostra come il "pilota automatico" inserito da Draghi e dall’eurocrazia sia ancora molto forte.
Questo ci dice come chi sostiene l’uscita dall’Ue e dall’Euro, deve mettere in conto una "rottura senza se e senza ma"
Questo ci dice che "da sinistra" non avverrà mai la seria messa in discussione di questo sistema (con buona pace di chi dipinge Le Pen, Cameron e altri solo come euroscettici, razzisti, etc, etc)

Ripeto: aspettiamo il testo degli accordi presi.

Vi faccio notare, ancora una volta, dove abbiano condotto queste politiche (a fronte delle"fantasiose previsioni" del Fmi…)

image

Vi ricordo per l’ennesima volta che i salvataggi della Grecia HANNO SALVATO LE BANCHE…(francesi e tedesche in primis)

Continuare su questa strada è assurdo.

E chi ha pagato, lo sappiamo…

E secondo voi, dove finiranno gli ulteriori soldi che daremo ai “poveri greci” oltre che per ripagare i prestiti ottenuti in passato?

Un popolo condannato per sempre alla miseria…
Come l’#ItaliaFALLITA.
Stampatevelo nelle vostre teste…
Io l’ho detto…anni fa..”nero su bianco”…
La Grecia è lo specchio dell’Italia che verrà.

finepena.gif

Ps: leggetevi l’art. 1 di questa carta straccia

Ps 2: Renzi e il Pd perseguono queste politiche criminali.
Invito ogni elettore renziano e piddino a non frequentare questo blog.

Posted in: #NuovaResistenza