Europa: il vero problema sono Italia e Francia, non la Grecia

Posted on giugno 25, 2015 di


Pig-081313.jpg

Era quello che scrivevo l’altro giorno…e che ho sempre sostenuto sul blog.
La Grecia è un problema politico-geopolitico.
Il suo Pil non impatta su quello della Ue, costituendo appena il 2%
Il problema sono l’italia, la Spagna e la Francia.

Oggi il Finacial Times non fa altro che dire ciò che la nostra stampa asservita al potere continua a negare.

Nonostante il calo del prezzo del petrolio, il qe, la svalutazione dell’euro…questi paesi crescono poco, hanno problemi strutturali evidenti (vedasi il debito pubblico e la disoccupazione)…

L’economia italiana è sprofondata in una crisi decennale, con il Pil che è calato del 10% dal 2007 a oggi, passando da una recessione all’altra. La disoccupazione è sopra il 12% mentre il tasso dei giovani senza lavoro è al 44%. È da 15-20 anni che la situazione è drammatica e Parigi e Roma continuano invano a promettere di riformare i rispettivi sistemi economici e industriali.
Sia per l’Italia sia per la Francia si tratta di problemi da considerare "strutturali piuttosto che attribuibili alla crisi del debito nell’euro". La mancanza di competitività non è aiutata di sicuro dalla moneta unica forte. Negati della possibilità di svalutare la lira o il franco, "negli ultimi tempi i due paesi hannof atto affidamento sulle spese pubbliche per mantenere alti l’attività economica e gli standard di vita". Il tempo ora è agli sgoccioli e si rischiano "conseguenze gravi per le due nazioni, per il progetto europeo e per gli investitori nei titoli azionari e del debito italiano e francese".

fonte: http://www.wallstreetitalia.com/

Posted in: #NuovaResistenza