Zerohedge: l’Italia è il vero problema dell’Europa

Posted on luglio 16, 2015 di


Mentre tutti gli occhi sono su Grecia, le banche italiane stanno annegando in crediti inesigibili

Come vi ho sempre detto, il vero pericolo per l’area dell’euro, probabilmente non viene dalla Grecia, ma dalla Francia e l’Italia

Sofferenze per regione

Distribuzione regionale dei crediti non performing in Italia

“Roma -. A causa della recessione degli ultimi anni e fallimenti aziendali, il totale dei prestiti in sofferenza ha continuato a crescere in Italia

Secondo l’associazione bancaria in Italia ABI, le sofferenze sono pari a € 193.700.000.000 a maggio, 25,1 miliardi in più rispetto al allo stesso mese del 2014. Si tratta del livello più alto dal 1996.

I crediti in sofferenza rappresentano il 10,1 per cento di tutti i prestiti concessi dalle banche italiane.

Soprattutto le piccole e medie imprese continuano a essere sotto pressione a causa di crediti inesigibili.

Le aziende italiane sono attualmente alle prese con gli effetti della più lunga crisi economica dalla seconda guerra mondiale e non sono quindi spesso ono più in grado di servire i loro prestiti. “

Se la nostra calcolatrice si può fidare, questo significa che crediti inesigibili nel sistema bancario in Italia sono aumentati di circa il 14,9% rispetto al solo lo scorso anno.

Italy_impaired_loans

La crescita dei crediti deteriorati in sistema bancario in Italia fino al 1 ° trimestre 2014. A quel tempo, le sofferenze si è attestato a € 165.000.000.000 – ora sono a quasi € 194.000.000.000.

Mettete questa cosa insieme alla mancata ripresa economica e alla crescita del debito…

Italia-governo-debito

NPL

Le sofferenze, in percentuale del totale dei prestiti bancari in essere in diversi paesi

Conclusione

Se si pensa alle cose in modo corretto, la Grecia in realtà è solamente uno spettacolo secondario. La zona Euro rimane piena d’incidenti annunciati e alcuni di loro hanno il potenziale per diventare veramente giganteschi.

L’Italia ha un doppio problema di debito ed è probabilmente solo una questione di tempo prima che diventi ancora una volta qualcosa di cui preoccuparsi – questo porrebbe le banche del paese in una situazione insostenibile, dato che hanno accumulato una grande quantità di debito sovrano sin dall’inizio del 2012.

Finché la BCE continuerà a pompare ogni mese €60 miliardi di denaro fiat nel sistema, questi problemi riusciranno in qualche modo ad essere tenuti a bada. Tuttavia c’è un prezzo da pagare, poiché il pompaggio monetario distorce i prezzi e falsifica il calcolo economico, che a loro volta portano ad investimenti improduttivi e a consumo di capitale che vengono mascherati da “ripresa economica”. La struttura su cui poggia tutto questo debito diventa sempre più debole.

esplosione-1

Cosa succederà quando il pompaggio alla fine si fermerà?

fonte: http://www.zerohedge.com/news/2015-07-15/italy-%E2%80%93-non-performing-loans-hit-new-record-high

Posted in: #NuovaResistenza