Renzi cita Borges

Posted on febbraio 18, 2016 di


Siamo ormai a vette inarrivabili di buffoneria e ciarlatanata.

Renzi cita Borges (crede di citarlo, tutto compiaciuto..per strappare l’applauso degli argentini), ma non si tratta di Borges.

Una superficialità spaventosa del suo staff (Renzi non sa neppure chi è Borges) che ha preso la prima minchiata trovata in rete.

Il tutto, condito da uno spagnolo maccheronico (ma perchè si ostina a parlare in inglese, francese, spagnolo se non conosce le lingue??) e dalla sua solita espressione da fesso.

Vedete…
Il problema non è solo di immagine.

Il fatto è che questo cazzone così come prende nel suo staff amici senza alcun merito, allo stesso modo mette la moglie del suo amico Sofri a dirigere una rete rai, nomina sottosegretario Scalfarotto, indica Madia come Ministro…

La stessa cialtroneria e superficialità la mette nel commentare i dati sul Pil o sulla disoccupazione.

Lo stesso atteggiamento da bullo di periferia lo tiene quando “fa la voce grossa” con i tedeschi.

Quale credibilità possiamo avere?
Quale rispetto possiamo invocare?

Posted in: #NuovaResistenza